Giovani calciatori troppo violenti: la dirigenza ritira la squadra dal campionato

L'under 17 del Novara Academy si è ritirata dal campionato provinciale perchè i calciatori si comportavano in modo scorretto

I giovani calciatori si comportano in modo violento in campo e non ascoltano i richiami dell'allentaore. Così la dirigenza è costretta a ritirare la squadra dal campionato.

A chiudere i battenti, almeno per quest'anno, è stata la formazione under 17 del Novara Academy, società giovanile legata al vivaio del Novara calcio. I ragazzi si sono dimostrati scorretti in campo, poco collaborativi, con atteggiamenti arroganti: a nulla sono valsi i richiami di allenatore e dirigenti e nemmeno quelli dei genitori, convocati per parlare della situazione. Così la società ha scelto di ritirare la squadra dal campionato.

"È un segnale che vogliamo dare ai nostri ragazzi, ma che speriamo possa essere utile a tutti i giovani che fanno sport - ha spiegato alla Gazzetto dello Sport il presidente dell'Academy Novara Antonio Sarchiello -, in campo ci si deve comportare con correttezza. Sempre. Le scorrettezze erano all'ordine del giorno, è capitato che in alcune partite le espulsioni fossero più d'una. E in alcuni casi siamo stati costretti ad assistere anche a insulti e minacce nei confronti degli arbitri. Abbiamo parlato con loro più di una volta e abbiamo persino convocato i genitori, ma è stato tutto inutile. Così abbiamo avvisato la Federazione che, se la situazione non fosse migliorata, saremmo stati costretti a ritirare la squadra. E così è stato perché gli atteggiamenti violenti e antisportivi vanno contro il nostro modo di intendere i valori da mettere in campo. La Federazione ci ha dato tutto l'appoggio possibile, ma alla fine siamo stati costretti a questo gesto estremo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

Torna su
NovaraToday è in caricamento