Sport

Coronavirus, quando riapriranno gli impianti sciistici? Le nuove regole

Numero chiuso, mascherine e prenotazioni on line

Quando riapriranno gli impianti sciistici?

In teoria, secondo gli ultimi decreti, la chiusura è fissata fino al 15 febbraio: la decisione ufficiale sarà presa solo quando saranno valutati i dati dell'ultimo monitoraggio utile, ossia quello del 12 febbraio. Dopo di che, forse, lo sci amatoriale potrà riprendere. Nel frattempo però le Regioni hanno messo a punto un protocollo, che sarà valutato nell'arco di queste settimane dal Comitato tecnico scientificio. Tra i punti principali la capienza massima, l'obbligo di mascherina, l'acquisto on line degli skipass e distanziamento.

Le nuove regole sulle piste da sci

Se riapriranno gli impianti ci saranno regole più stringenti. La proposta delle Regioni è quella di tenere chiusi gli impianti in zona rossa, ma di aprirli in zona arancione "con limite del 50 % per tutte le tipologie di impianto – comprese le seggiovie – con utilizzo obbligatorio di FFP2 o di livello superiore”.

Sulle seggiovie, almeno in zona gialla, la capienza potrà invece essere al 100%, con obbligo di mascherina chirurgica, anche inserita all'interno di uno scaldacollo, a patto che non sia abbassata la cupola paravento, perchè in quel caso la capienza scende al 50%. Ridotta alla metà invece la capienza di cabinovie e seggiovie. 

Per quanto riguarda gli skipass invece l'acquisto sarà online, per ridurre il più possibile gli assembramenti, con un numero massimo di biglietti vendibili. Bar e ristoranti dovranno rispettare la capienza massima di clienti all'interno della struttura, prediligendo il più possibile il consumo di cibi e bevande all'aperto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quando riapriranno gli impianti sciistici? Le nuove regole

NovaraToday è in caricamento