Sport

Igor, quinto centro di fila: le azzurre vincono il derby contro Busto

In un Pala Igor "sold out" è stato decisivo il consueto apporto offensivo di Katarina Barun Susnjar e del duo di "martelli" Celeste Plak e Francesca Piccinini

Quinto successo consecutivo per la Igor Volley di Marco Fenoglio, che supera per 3-1 Busto Arsizio nel derby del Ticino e chiude al terzo posto il proprio girone d’andata.

In un Pala Igor "sold out" (3850 le presenze registrate) è stato decisivo il consueto apporto offensivo di Katarina Barun Susnjar (24) e del duo di "martelli" Celeste Plak (19) e Francesca Piccinini (16 punti e il titolo di Mvp del match): le azzurre ritroveranno proprio Busto Arsizio (sesta) nella doppia sfida valida per i quarti di finale di Coppa Italia. L’andata si giocherà proprio a Busto Arsizio il 5 gennaio, il ritorno a Novara tre giorni più tardi.

Fenoglio sceglie Cambi in regia con Barun Susnjar in diagonale, Chirichella e Bonifacio al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero; Mencarelli, orfano di Martinez, risponde con Diouf opposta all’ex Signorile, Stufi e Pisani al centro, Moneta e Fiorin in banda e Witkowska libero.

Novara "rompe" il testa a testa iniziale col turno in battuta di Barun Susnjar che prima firma l’ace del 5-3 e poi propizia l’allungo complici due errori di Stufi (7-3) con Busto che accorcia con Fiorin 7-5. Bonifacio in primo tempo e due tocchi geniali di Plak valgono il 12-6 azzurro e dopo il timeout di Mencarelli e il 15-10 di Moneta è il muro di Piccinini su Stufi a dare il 18-11 alla Igor e a costringere le ospiti al nuovo “stop”. Diouf rientra di potenza (18-16), Fenoglio ferma il gioco e Piccinini riprende la corsa azzurra con la diagonale del 19-16; ancora Barun Susnjar in parallela, dopo uno scambio infinito, per il 22-18 e di slancio Piccinini conquista il set ball (24-19) mentre Bonifacio in maniout chiude il parziale 25-19.

Andamento diverso per il secondo parziale, con Busto che piazza subito in avvio, sul turno in battuta di Moneta, il break che si rivelerà poi decisivo e chiuso all’ace della biancorossa sul 2-8. Chirichella e Plak accorciano (6-10) mentre Fenoglio alterna in regia Cambi e Dijkema con Busto che, però, mantiene le distanze nonostante l’ace di Barun Susnjar (12-16). Due punti in fila (fast e muro su Diouf) di Chirichella costringono Mencarelli al timeout sul 15-18 ma è sul turno in battuta di Bonifacio che la Igor riequilibra il parziale trovando con la diagonale di Barun Susnjar il 22-22. Fenoglio manda in campo Pietersen che sbaglia la battuta (22-23) e al primo tentativo utile, dopo la diagonale di Diouf, il muro di Fiorin su Barun Susnjar chiude il set 23-25.

Il terzo set è una vera e propria battaglia: Plak fa il primo break con l’ace del 2-1, poi le squadre procedono testa a testa con Barun Susnjar e Moneta a duellare (9-9) e l’equilibrio viene rotto solo sul 14-13. Plak chiude in diagonale uno scambio infinito (15-13), poi di potenza fa +3 per la Igor e costringe al timeout Mencarelli; al ritorno in campo è ancora l’olandese a trovare l’ace del 20-16 mentre la panchina ospite ferma ancora il gioco. L’ultimo acuto delle ospiti vale il 22-20, poi la pipe di Barun Susnjar e l’ace di Piccinini portano Novara al set ball sul 24-20: chiude, dopo la diagonale vincente di Fiorin (24-21), una magia in palleggio di Cambi (25-21).

Novara riparte bene, Piccinini apre le danze mettendo a terra un pallone vagante (1-0) e il muro di Bonifacio su Diouf vale il primo break importante (7-4) e costringe Mencarelli al timeout. Busto rientra con qualche errore azzurro di troppo (9-9), Piccinini allunga nuovamente sul 13-9 prima che il muro di Barun Susnjar su Moneta fissi il punteggio sul 14-10; ancora Stufi (muro su Chirichella, 14-13) e Diouf addirittura sorpassa in diagonale (14-15) ma ancora Plak e Chirichella (ace) rilanciano la Igor sul 19-16. Barun Susnjar allunga (diagonale vincente a chiudere uno scambio infinito sul 23-19), Bonifacio “inchioda” il 24-20 e al secondo tentativo l’errore di Diouf chiude i conti sul 25-21.

Per le azzurre, il ritorno in palestra è fissato per il 30 dicembre: dopo tre giorni di riposo, capitan Piccinini e compagne torneranno in palestra per preparare la doppia sfida con Busto Arsizio del 5 e 8 gennaio (quarti di finale di Coppa Italia).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor, quinto centro di fila: le azzurre vincono il derby contro Busto

NovaraToday è in caricamento