Lunedì, 17 Maggio 2021
Sport

Igor, Trofeo Bellomo: vittoria 3-0 con Bergamo

Oggi la sfida, nella finale del torneo, con le padrone di casa di Legnano

Esordio vittorioso per la Igor Volley di Marco Fenoglio al memorial Bellomo di Castellanza: nella seconda semifinale le Azzurre hanno superato Bergamo per 3-0 e oggi sfideranno, nella finale del torneo, le padrone di casa di Legnano (alle 18 la sfida per il terzo posto, a seguire la partita delle Azzurre). Unico "neo" per le igorine, l'infortunio alla caviglia accusato da Laura Dijkema nel corso del primo set e la cui entità sarà valutata nei prossimi giorni.

Fenoglio sceglie Barun opposta a Dijkema, la baby Fahr (classe 2001, in "prestito" dalla B1 del club) con Alberti al centro, Pietersen e Plak in banda e Sansonna libero. Lavarini si affida a Skowronska opposta a Lo Bianco, Popovic e Guiggi al centro, Partenio e Venturini in banda e Suelen libero.

Partono bene le Azzurre con Barun (4-3) e il muro di Alberti (7-4) ma sul 9-6 Dijkema si infortuna alla caviglia e le subentra Cambi. Le Azzurre proseguono la propria corsa (12-7 al timeout tecnico) e allungano con il lob di Pietersen (19-11) e il successivo ace di Plak (20-11). Sul 23-13, a muro, il primo punto in prima squadra di Fahr, poco dopo Plak chiude murando Skowronska, sul 25-16.

Novara riparte subito forte con Plak (3-1) e Barun (ace del 7-3 e poi maniout per il 10-3), per passare 12-5 al timeout tecnico. Al rientro in campo non cambia il ritmo e dopo una gran difesa di Sansonna Pietersen firma il colpo del 16-7; la stessa olandese conquista, poco dopo, il set ball (24-15) e Barun fa 2-0 con l'attacco vincente del 25-17.

Fenoglio rivoluziona la squadra schierando Pietersen in diagonale a Cambi, Fahr e Alberti al centro, D'Odorico e Plak in banda e Zannoni libero. Il primo break è di Bergamo (3-4), Skowronska allunga in pipe (6-8) e Fenoglio inserisce Donà, mossa poi decisiva. Il turno in battuta di Donà, infatti, ribalta il parziale e lancia le Azzurre sul 16-10 (primo tempo di Fahr) prima del tentativo di rimonta delle orobiche che, poco a poco, ricuciono lo strappo fino al 22-21 (Popovic a muro). Novara non si scompone e chiude di slancio con il muro di Alberti su Skowronska sul 25-21.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor, Trofeo Bellomo: vittoria 3-0 con Bergamo

NovaraToday è in caricamento