Sport

Igor: le azzurre reagiscono, vittoria 3-0 su Modena e finale in parità

Una vera e propria battaglia, con le novaresi che disputano una partita al limite della perfezione in un Pala Igor gremito e caldo. Sabato sera si torna in campo per gara tre di finale Scudetto

Grande reazione della Igor Volley, che disputa una partita al limite della perfezione in un Pala Igor gremito e caldo e impatta nella serie (1-1) aggiudicandosi il match per 3-0.

In una vera e propria battaglia, decisiva la classe di Francesca Piccinini e una gran prestazione a muro di Cristina Chirichella (5 punti nel fondamentale), oltre al solito apporto di punti di Katarina Barun Susnjar, top scorer dell’incontro con 18 punti.

Fenoglio parte con Barun Susnjar opposta a Dijkema, Chirichella e Bonifacio al centro, Piccinini e Plak in banda e Sansonna libero; Gaspari risponde con Brakocevic in diagonale alla regista Ferretti, Belien e Heyrman al centro, Ozsoy e Bosetti in banda e Leonardi libero.

L’avvio del match si gioca testa a testa, Brakocevic fa il primo break (4-6) in maniout e Barun Susnjar ribalta con due punti in serie, sfruttando il turno in battuta di Dijkema (9-6, ace) anche con un gran muro su Ozsoy per il 10-6. Le azzurre forzano in battuta, Piccinini concretizza una gran difesa di Barun Susnjar mentre a muro, con Belien, le ospiti rientrano 19-15; ancora Barun Susnjar (21-15), Piccinini va a segno in pallonetto (22-15) e poi conquista il set ball (24-16) che, subito dopo, concretizza in diagonale per il 25-16.

Modena riparte forte con il muro di Heyrman (2-6), Piccinini in battuta ricuce lo strappo (ace, 6-6) e dopo il muro di Belien su Piccinini e due punti in successione di Heyrman (muro e fast), le ospiti si trovano sul 10-15 con Fenoglio che si gioca il cambio in regia, inserendo Cambi. Barun Susnjar va a segno in pipe, Brakocevic sbaglia (18-19) ma la neoentrata Bianchini e una fast di Heyrman siglano il 19-23 modenese con Fenoglio che ferma il gioco; Piccinini (maniout, 20-23) manda in battuta Barun Susnjar che con due ace riapre i conti sul 22-23, Heyrman conquista il set ball con la Igor che ne annulla due prima degli errori della centrale belga e di Bianchini che valgono il 26-25. Una diagonale fantastica di Barun Susnjar chiude uno scambio infinito e il set sul 27-25, per il 2-0 Igor.

Novara riparte con Cambi in regia e va subito 6-1 con Chirichella a segnoa muro e Barun Susnjar devastante in battuta (ace, 5-1), Heyrman rientra con il maniout del 7-5, Chirichella risponde in battuta (ace, 9-5) mentre tra le fila ospiti c’è Caracuta in regia. Belien mura Barun Susnjar e poi Piccinini (11-10), Chirichella risponde (13-10) e la capitana azzurra fa 15-11 con Gaspari che ferma il gioco; al rientro in campo Ozsoy accorcia 16-15, Fenoglio inserisce Alberti a muro e la centrale fa 18-15 "stoppando" Ozsoy, prontamente imitata da Bonifacio su Brakocevic (19-15). Modena rientra di rabbia con Brakocevic (21-19, poi 21-20 in maniout) e Fenoglio ferma il gioco; Chirichella fa break murando Bosetti, Barun Susnjar attacca in rete (23-22) e dopo un altro “stop” richiesto da Fenoglio è Barun Susnjar a conquistare il match ball in diagonale. Heyrman ne annulla uno in fast, poi ancora l’opposto croato fa esplodere di gioia i 3500 del Pala Igor per il 25-23 (3-0).

Sabato sera alle 20.45 si torna in campo per gara tre di finale Scudetto, in un Pala Igor già oggi al limite del “sold out”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor: le azzurre reagiscono, vittoria 3-0 su Modena e finale in parità

NovaraToday è in caricamento