Sport

Igor Volley, capolavoro azzurro: Novara conquista un posto nella finale Scudetto

Le Igor di Stefano Lavarini espugna dopo quattro stagioni l’Arena di Monza per 1-3. Avversarie di capitan Chirichella e compagne in finale, le venete di Conegliano

Azzurre in campo sabato sera

Capolavoro azzurro: la Igor di Stefano Lavarini espugna dopo quattro stagioni l’Arena di Monza per 1-3 e conquista un posto nella finale Scudetto. Avversarie di capitan Chirichella e compagne, le venete di Conegliano, già affrontate in finale di Coppa Italia e in semifinale di Champions League.

La sfida è andata in scena nella serata di ieri, sabato 10 aprile, in diretta su Rai Sport Hd. Monza parte con Orro in regia e Van Hecke in diagonale, Heyrman e Danesi al centro, Meijners e Begic in banda e Parrocchiale libero; Igor in campo con Smarzek opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Daalderop e Bosetti schiacciatrici e Sansonna libero.

Buono l’avvio di Novara (1-3) con Daalderop, Bosetti scappa fino al 5-7 ma Monza impatta (7-7) e nel punto a punto successivo trova il break importante che vale il 16-12 con l’ace di Squarcini. Bosetti rientra in gioco (17-14), sul 20-18 Parazzoli ferma il gioco ma Novara impatta con il muro di Washington su Begic (20-20) riaprendo i giochi. Due errori azzurri, però, lanciano le brianzole (23-20) con Meijners che chiude poi il set in diagonale sul 25-21.

Novara con Zanette in sestetto, Washington fa il primo spunto (3-4) ma Orro trova il break che ribalta l’inerzia (8-6) e costringe al timeout Lavarini; Meijners sbaglia (8-8), Zanette concretizza una gran difesa (10-11) e poi allunga in maniout con Washington che poco dopo lancia le azzurre prima sull’11-16 e poi sul 12-17 con un gran primo tempo. Monza non si arrende e rientra 16-17, Lavarini chiama a raccolta le sue e Novara riparte, scappando 17-21 e poi avvicinando il traguardo con un maniout di Bosetti (19-23) e un diagonale di Herbots (20-24). Chiude un errore di Van Hecke in battuta (21-25).

Lavarini rilancia Smarzek e la polacca fa la differenza in avvio con quattro punti pesanti che valgono il 4-7, dopo una gran difesa di Bosetti; timeout brianzolo ma Novara allunga 8-12 mentre Monza trova ritmo e a muro fa 10-12, arrivando poi sul -1 con un’altra "stoppata" messa a segno da Heyrman (13-14). Sul turno in battuta di Smarzek, complice una gran Daalderop, Novara scappa 14-21 con un pallonetto dell’opposto azzurro, mentre Monza cambia diagonale, invano: Obossa non si arrende (19-23), Tajé firma l’ace che vale il 19-25 e l’1-2.

Con Orthmann e Negretti titolari, Monza reagisce (3-0) con due muri di Danesi, mentre Bosetti (4-3) e Chirichella (5-4) rimangono in scia, con un errore di Begic (7-7) che innesca un bel punto a punto, rotto da un ace di Hancock (9-10) e da un primo tempo di Chirichella (10-12). Monza rientra (12-12), Daalderop fa 13-17 ma la solita Squarcini riduce il gap (16-17, ace) mentre Lavarini lancia Herbots in battuta: sul servizio della belga (16-19, ace), Novara fa 16-21 e ipoteca il parziale. Le padrone di casa, però, non mollano e rientrano 20-21 con le azzurre fallose, Bosetti risolve uno scambio rocambolesco (20-23) e Novara arriva al match ball con un errore di Orthmann (22-24); chiude Chirichella, in primo tempo, per il 23-25.

"Abbiamo fatto un gran ben lavoro - ha commentato Lavarini - abbiamo giocato una bellissima regular season ma per due volte non abbiamo battuto Monza; il calendario play off ha voluto che ci incontrassimo di nuovo e questo ulteriore bel risultato ci rende ancora più felici. Andiamo a giocarci la finale, che per altro non ho mai disputato in Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor Volley, capolavoro azzurro: Novara conquista un posto nella finale Scudetto

NovaraToday è in caricamento