Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Igor Volley, azzurre Ko nell'andata delle semifinali di Champions League

Martedì 23 marzo alle 20.30 il match di ritorno a Treviso

Sconfitta interna per la Igor Volley di Stefano Lavarini nella gara d’andata delle semifinali di Cev Champions League: le azzurre cedono in tre set nel derby contro Conegliano, che ipoteca così il passaggio alle Superfinals. Martedì 23 marzo alle 20.30, il match di ritorno a Treviso: per centrare la qualificazione, Novara dovrebbe vincere 3-0 o 3-1 e poi aggiudicarsi anche il successivo "golden set".

Novara in campo con Smarzek opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Herbots e Bosetti schiacciatrici e Sansonna libero; Conegliano con Wolosz in regia ed Egonu in diagonale, De Kruijf e Fahr al centro, Sylla e Hill in banda e De Gennaro libero.

Sylla firma il primo break (3-5) ma Bosetti reagisce e sorpassa in diagonale (7-5) con Novara che mantiene un break di vantaggio fino all’11-9, messo a segno da Smarzek, in parallela, al termine di uno scambio lunghissimo. Il turno in battuta di Egonu, però, cambia totalmente l’inerzia con l’opposto di Conegliano che firma tre ace e spinge le sue sul 12-18 mentre Lavarini inserisce Battistoni in regia. Bosetti (15-20) e Smarzek (17-21) provano a rientrare e sul turno in battuta di Battistoni (19-22, ace) Novara si riavvicina, senza però ricucire lo strappo: termina 21-25 con Egonu a segno in diagonale.

Novara con Battistoni in sestetto ma Conegliano alza il ritmo e prova a scappare 4-7 con Egonu a segno in diagonale, mentre Novara rientra nel set con una difesa di Sansonna concretizzata da Bosetti (6-7) e un punto di Washington (7-7). Le azzurre trovano anche una seconda rimonta da 8-11 fino al 12-11 con Smarzek a segno in parallela: si innesca un punto a punto che tiene fino al 17-17, siglato da Bonifacio appena entrata con un gran muro. Poi Conegliano allunga nel momento cruciale con due muri (18-22) e Novara fa il resto sbagliando troppo, fino al 18-25.

Azzure con Daalderop e Bonifacio in sestetto ma è Conegliano a fare l’andatura (2-5) con Egonu che prova subito a ipotecare il parziale (5-9) e Fahr che in primo tempo trova il +5 per le venete sul 7-12. Novara "molla", Conegliano invece tiene alto il ritmo (15-22) e tra le azzurre le ultime ad arrendersi sono Bosetti (16-22) e Smarzek (17-23) prima che Hill in diagonale chiuda set e match sul 17-25.

"Siamo stati in partita per un set e mezzo, pur con i nostri alti e bassi, pagando qualche errore di troppo nei momenti determinanti. Quello che mi dispiace - ha commentato il tecnico Stefano Lavarini - è che dopo quel set e mezzo abbiamo fatto scivolare via la partita verso il baratro, senza lottare fino alla fine. Il modo in cui abbiamo perso il secondo set ha pesato e questo dispiace, perché nel terzo non siamo andati in campo come avremmo potuto e dovuto. Per la gara di ritorno dovremo migliorare tutti gli aspetti della nostra pallavolo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor Volley, azzurre Ko nell'andata delle semifinali di Champions League

NovaraToday è in caricamento