Igor Volley: un'altra sconfitta per le azzurre, finale Scudetto sullo 0-2

Dopo un primo set dominato dalle padrone di casa, la reazione azzurra nel secondo e terzo parziale si è infranta a un soffio dal traguardo

In campo gli stessi sestetti di gara 1

Niente da fare, anche in gara 2, per la Igor Volley di Massimo Barbolini, sconfitta ancora da Conegliano che ora si porta a un solo successo dallo Scudetto 2019. Dopo un primo set dominato dalle padrone di casa, la reazione azzurra nel secondo e terzo parziale si è infranta a un soffio dal traguardo, complice qualche errore di troppo.

In campo gli stessi sestetti di gara 1, senza novità: l’avvio è punto a punto (5-5), Sylla (7-5) ed Egonu (7-7) duellano ma sul servizio di Wolosz arriva il primo break importante per le padrone di casa, che scappano 11-7 costringendo Barbolini al timeout. Danesi aumenta il "gap" a muro (14-8), Novara prova a rientrare sul 16-12 ma Sylla scappa nuovamente 20-13; Hill conquista il set ball in diagonale (24-15) e un attacco fuori banda di Plak chiude i conti sul 25-16.

Novara è più aggressiva e si riparte testa a testa (5-5), Egonu si fa murare (8-5) mentre Chirichella ricuce lo strappo con il muro del 9-8 e l’opposto azzurro ristabilisce la parità in diagonale sul 9-9. Novara sbaglia troppo (13-11, poi 16-13), Nizetich entra in battuta e propizia il 16-15 di Egonu, due muri di Danesi rilanciano le venete sul 19-15 con Fabris che trova poi il 21-16 in parallela. Novara non si arrende e recupera (23-21) ma sul più bello Egonu spara out (24-21) e dopo aver trovato il punto del 24-23 è ancora l’opposto azzurro a sciupare un contrasto a rete, propiziando il 25-23.

Conegliano riparte al massimo e scappa subito 5-0, Novara prova a rientrare in partita con Veljkovic (11-6) che va a segno a muro mentre Egonu accorcia sul 11-9 e riapre la contesa. Hill fa due punti in fila (15-10), Barbolini ferma il gioco e al rientro in campo Piccinini e Carlini rientrano sul 16-15 mentre Stufi (dentro da inizio set) firma la fast del 17-16. Wolosz fa di nuovo il break (19-16) in battuta, Bartsch-Hackley mura Fabris (22-21) e poi fa due punti in fila portando il punteggio sul 23-23. Lowe entra per Fabris e firma il 24-23, Egonu chiude i conti sparando ancora out sul 25-23.

"C’è da fare i complimenti a Conegliano - ha commentato Massimo Barbolini - in questa serie fin qui c’è una squadra che sta giocando al meglio e un’altra, la nostra, che invece non lo sta facendo. Dobbiamo crescere nei fondamentali di seconda linea per tenere testa a Conegliano, la serie ora è tutta in salita ma non è ancora chiusa”.

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • I 3 migliori spioncini digitali per porte blindate

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

  • Val Vigezzo, non ce l'ha fatta la donna soffocata da un boccone al pranzo di Ferragosto

  • Tragedia a Domodossola: 50enne trovato morto in casa

Torna su
NovaraToday è in caricamento