Magiora Reverse, tutti in pista

Per la prima volta dopo oltre trent’anni le auto sono tornate a girare in senso antiorario

Giornata storica sabato a Maggiora Offroad Arena, per la prima volta dopo oltre trent’anni le auto sono tornate a girare in senso antiorario!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra la novità e il tracciato reso molto scivoloso dalle copiose piogge dei giorni scorsi, i piloti hanno dovuto confrontarsi con una realtà del tutto nuova: per questo motivo la Direzione Gara ha deciso di lasciare l’intero pomeriggio del sabato alle prove libere, in modo da far asciugare la pista, che nel frattempo è stata costantemente lavorata dallo staff di Sport Club Maggiora per renderla più performante e sicura, e dare allo stesso tempo la possibilità ai piloti di conoscere meglio l’inedito tracciato.
Cambia quindi il programma di doenica, giornata che si preannuncia davvero ricca: alle 8.30 inizierà la Q1, alle 9.40 circa inizierà la Q2, alle 10.50 circa sarà dato il via alla Q3, alle 12.00 circa si terrà la Q4. Dal primo pomeriggio si entrerà nella fase decisiva: alle 14.00 partiranno le semifinali, e poi a seguire le finali che decreteranno i vincitori del Round 4 e, soprattutto, del Campionato Italiano Rallycross.
 
Le prove libere hanno dato comunque utili indicazioni: in assoluto il più veloce nella nuova conformazione è stato Simone Firenze (Kartcross) in 52”089; nelle Supercar Oscar Ortfeldt ha staccato il miglior tempo in 55”990, ma Ivan Carmellino è piuttosto vicino, con 56”392.
Nelle Super1600, dopo il forfait di Fabrizio Giovannella a causa di un’avaria al cambio, Stefano Cerri, di Grignasco, si conferma il più veloce con 58”969, unico pilota della categoria a scendere sotto il minuto. Domenica sarà comunque tutta un’altra storia, soprattutto alla partenza, che prevede subito un tornante.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

Torna su
NovaraToday è in caricamento