Maggiora, Romain Febvre vince il mondiale di motocross

Ottima prestazione dell'italiano David Philippaerts che nel gran premio di casa ottiene il miglior risultato di stagione. Nella classe MX2 Herlings deve accontentarsi del 2° posto in favore dello sloveno Tim Gajser che vince la tappa italiana

Foto Green Media Lab

La pioggia incessante che si è abbattuta su Maggiora non ha scoraggiato le oltre 36mila persone che ieri, domenica 14 giugno, hanno raggiunto il Maggiora Park per vedere dal vivo la nona tappa del mondiale di motocross ed incitare l’8 volte campione del mondo Antonio Cairoli, protagonista sabato di una brutta caduta nella gara di qualifica che lo aveva costretto al ritiro.

A vincere l'MXGP of Italy è il francese Romain Febvre. Ottima prestazione dell’italiano David Philippaerts che nel gran premio di casa ottiene il miglior risultato di stagione. Antonio Cairoli scende in pista con la mano dolorante e difende il secondo posto in classifica generale. Nella classe MX2 Herlings deve accontentarsi del secondo posto in favore dello sloveno Tim Gajser che vince la tappa italiana.

MXGP
Velocissima partenza in Gara 1 degli italiani subito davanti con il "padrone di casa" David Philippaerts, autore dell'Holeshot, Alessandro Lupino e soprattutto uno stupefacente Antonio Cairoli che nonostante il doppio handicap della mano dolorante e della pessima posizione al cancelletto di partenza si installa al terzo posto. Il francese Romain Febvre già al secondo giro guadagna la prima posizione che mantiene fino alla fine della gara. Philippaerts guida in modo impeccabile e chiude indisturbato in seconda posizione, il belga Jeremy Van Horebeek finisce terzo. Dietro di loro Antonio Cairoli stringendo i denti mantiene la quarta posizione fino all’ottavo giro quando è superato prima da Todd Waters e poi da Alessandro Lupino e Shaun Simpson. Il messinese chiude quindi Gara 1 in settima posizione e, grazie alla caduta nelle prime battute di gara del leader della classifica iridata Maximilian Nagl arrivato in rimonta in quindicesima posizione, capitalizza al massimo lo sforzo sostenuto per gareggiare in condizioni fisiche precarie avvicinandosi al rivale tedesco nella classifica generale. A completare la positiva prestazione dei piloti azzurri l'ottima quinta posizione di Alessandro Lupino.
 
In Gara 2 Maximilian Nagl azzecca la partenza e conquista l’Holeshot. Il leader della classifica generale è però tallonato per tutta la gara dal belga Kevin Strijbos, che all’ultimo giro approfitta di un errore di Nagl, lo supera e va a vincere Gara 2. Gautier Paulin taglia il traguardo al terzo posto precedendo Todd Waters, mentre per il quinto posto lottano fino all’ultimo giro David Philippaerts, Shaun Simpsons e Romain Febvre, quest’ultimo protagonista di una caduta nei primi giri che tuttavia non gli ha impedito di rimontare, nonostante il manubrio danneggiato, fino ala sesta posizione. Shaun Simpsons chiude quinto e David Philippaerts settimo. Antonio Cairoli, con la mano ancora più dolorante dopo la fatica di Gara 1 - al punto di essere in dubbio fino a pochi attimi prima via sulla scelta di prendere il via in gara 2 - guida al meglio su una pista che le piogge della mattina hanno reso faticosa ed insidiosa, ed il diciottesimo posto è il massimo a cui può aspirare in queste condizioni.

Nella classifica del gran premio della MXGP, Romain Febvre conquista il primo gradino del podio, secondo è Kevin Strijbos, mentre sale sul terzo gradino l’australiano Todd Waters. David Philippaerts finisce a pari punti con l’australiano ma deve accontentarsi di un ottimo quarto posto per la discriminante del peggior risultato in Gara 2, ma ottiene comunque il suo miglior risultato stagionale proprio davanti al pubblico di casa.

MX2
Il russo Aleksandr Tonkov parte fortissimo in Gara 1, si aggiudica l’Holeshot e conduce fino all’ultimo giro. Alle sue spalle il francese Jordi Tixier e lo sloveno Tim Gajser inseguono e concludono la gara rispettivamente al secondo e al terzo posto. Dietro di loro il leader della classifica generale Herlings, dopo una partenza difficile, trova il ritmo giusto e chiude la prima sfida di giornata in sesta posizione. Lo svizzero Valentin Guillod, diretto rivale dell’olandese per la classifica generale, a causa di una scivolata all’ottavo giro perde cinque posizioni e finisce undicesimo. Da segnalare la decima posizione dell'italiano Samuele Bernardini.

Il leader della classifica generale Jeffrey Herlings, dopo una prestazione opaca in Gara 1, torna a dominare la classe MX2 ottenendo Holeshot e conducendo Gara 2 dal primo all’ultimo giro. Dietro di lui si conferma in splendida forma lo sloveno Tim Gajser che con il secondo posto si assicura la vittoria del Gran Premio. Lotta per il terzo piazzamento è tra l’inglese Max Anstie e lo svizzero Jeremy Seewer che ha avuto la meglio. Anche in Gara 2 Samuele Bernardini si conferma il migliore tra gli italiani chiudendo all’undicesima posizione il gran premio.

Nella classifica di gran premio della MX2, alle spalle di Tim Gajser l’olandese Herlings sale sul secondo gradino del podio e terzo è Jeremy Seewer.

Campionato Europeo
Nella mattinata di domenica si è svolta anche Gara 2 del Campionato Europeo delle classe 300 durante la quale la pioggia incessante ha causato alcuni imprevisti. Dopo una prima partenza annullata, infatti, i piloti si sono riposizionati ai cancelletti per dare il via nuovamente alla gara. L’italiano Manuel Bianconcini prende subito la testa, mentre dietro di lui si danno battaglia per la conquista della seconda posizione il connazionale Marco Maddii e il belga Yentel Martens. Le condizioni meteo peggiorano e durante il quinto giro Gara 2 è nuovamente fermata da una bandiera rossa.

Marco Maddii si aggiudica quindi il gran premio confermando il secondo posto in classifica generale. Il belga Yentel Martens sale sul secondo gradino e conferma la leadership nel campionato EMX300, mentre Manuel Bianconcini completa il podio della tappa italiana del campionato.

Gara 2 del Campionato Europeo classe 125 è stata invece posticipata a causa del maltempo nel tardo pomeriggio. L’italiano Davide Cislaghi parte bene e conduce i primi giri del gran premio ma, alla quarto tornata, sopraggiunge il francese Maxime Renaux che mantiene il primato per tutta la gara e va a vincere Gara 2. Il belga Jago Geerts e il neozelandese Joshiah Natzke concludono rispettivamente secondo e terzo davanti Cislaghi primo tra gli italiani. Nella classifica di gran premio Maxime Renaux si conferma primo, Joshiah Natzke è secondo e Davide Cislaghi terzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro a Novara, operaio cade dal ponteggio: morto sul colpo

  • Bellinzago, trovata morta in casa da oltre dieci giorni: 20 cani senza cibo e cure

  • Cosa fare in città: gli appuntamenti del fine settimana del 7 e 8 dicembre

  • Incidente a Castellazzo: perdono il controllo dell'auto e si ribaltano nel canale

  • Incidente in via delle Americhe, frontale tra un'auto e uno scooter: ferito un ragazzo, chilometri di coda

  • Bellinzago, nuovo assalto alla banca: i ladri sradicano il bancomat

Torna su
NovaraToday è in caricamento