Oleggio Magic Basket, Diego Rucco nuovo preparatore atletico

Seguirà in prima persona la serie B lavorando a fianco di coach Passera e si occuperà anche di Under 16 e 18 nel settore giovanile

Diego Rucco

Volto nuovo nello staff biancorosso. L’Oleggio Basket annuncia l'arrivo di Diego Rucco, nuovo preparatore atletico per la stagione 2020/2021. Rucco seguirà in prima persona la serie B lavorando a fianco di coach Passera e si occuperà anche di Under 16 e 18 nel settore giovanile.

La società ringrazia sentitamente Mattia Maiocchi, preparatore atletico nelle ultime due stagioni, per la sua professionalità e impegno.

Nato a Carate Brianza il 21 giugno 1992, di Sovico (Monza Brianza), per Diego Rucco il basket è sempre stata una passione, prima da giocatore e poi dalla parte della "panchina". Laureato in Scienze motorie nel 2017 con una tesi dedicata a uno studio scientifico sui parametri fisici e tecnici nelle partite proprio di basket, la sua primissima esperienza di lavoro è a stelle e strisce: Diego infatti trascorre un anno negli Stati Uniti alla University of Northern Iowa lavorando fianco a fianco con diversi preparatori atletici. Il risultato è una importantissima esperienza nel basket femminile e maschile, ma anche in tanti altri sport come per esempio il football americano. Al rientro, nella stagione 2018/2019 si trasferisce in Toscana al Don Bosco Livorno per lavorare con la serie C Gold, Under 18 e 16 Eccellenza e con quest’ultima raggiunge le finali nazionali. C Gold anche nella stagione 2019/2020, ma vicino a casa: Diego è infatti preparatore atletico a Nerviano. Per la stagione 2020/2021 collaborerà anche con Basket Lonate, società amica della famiglia biancorossa. Rucco ha nel suo curriculum anche tre pubblicazioni: la sua tesi e due studi scientifici realizzati con Mapei Sport. Attualmente è impegnato in una nuova ricerca.

"Non vedo l’ora di ricominciare - ha commentato Rucco - e sono felicissimo di poterlo fare in una società come Oleggio che vanta si settore giovanile sia una formazione iscritta in un campionato nazionale. Per me sarà la prima volta e sono entusiasta di poter misurarmi con la categoria e offrire tutte le mie capacità per il bene della squadra. Mi manca tanto lavorare con i ragazzi, questo periodo di astensione dal basket è davvero troppo lungo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Coronavirus, cinque decessi tra Novara e Borgomanero: i ricoverati in provincia sono 354

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento