Tre equipaggi borgomaneresi al Pandaraid, la gara di Panda nel deserto

Sei tappe nel deserto Marocchino con percorsi in fuoristrada

Il 15 marzo scorso si è conclusa l’11° edizione del PANDARAID, gara internazionale riservata alle storiche PANDA prima serie a cui a preso parte lo straordinario numero di 375 equipaggi.

La gara, iniziata il 09 marzo, si è sviluppata su sei tappe nel deserto Marocchino con percorsi in fuoristrada sia su pista che in fuoripista con il solo ausilio del Road Book, basato esclusivamente su punti di riferimento naturali,  e della bussola che hanno assunto un ruolo primario e caratterizzante per la formazione della classifica finale.

A differenza delle scorse edizioni il tracciato è risultato molto impegnativo sia per i piloti che per la meccanica dei mezzi che hanno dovuto affrontare lunghi tratti di sabbia profonda così da rendere ancor più incerto l’esito finale.

La prima tappa partita dalla costa mediterranea del Marocco attraversando un territorio tipico del deserto pietroso si è spinta sino a Bel Frissate ad oltre 1200 mt di quota sulla catena montuosa dell’Atlante, qui i piloti hanno potuto sperimentare sulla propria pelle il detto che descrive il Marocco come “una paese freddo dal sole caldo” .

Il giorno successivo la carovana si è inoltrata verso sud per oltre 370 km sino a lambire il confine Algerino, i paesaggi si sono susseguiti e le temperature hanno iniziato a salire creando qualche piccolo problema di surriscaldamento dei veicoli, il traguardo di Maadid è stato caratterizzato di un incremento consistente del lavoro dei team di meccanici dell’assistenza post-tappa.

Nelle tappe seguenti finalmente la Sabbia, agognata quanto temuta ha sfrondato la classifica mostrando tutte le insidie che la caratterizzano. La tappa di Merzouga è senza dubbio la più suggestiva della Gara, infatti il campo tendato viene allestito ai piedi del maestoso Erg Chebbi, il compendio sabbioso più esteso dell’africa occidentale.

Non da meno le tappe conclusive che risalendo dalle sabbie si sono cimentati attraverso stretti canyon rocciosi per poi giungere in passerella attraverso il Palazzo Reale nella splendida cornice di Marrakech.

Tre i team partenti provenienti da Borgomanero che hanno difeso con i denti i piazzamenti dello scorso anno migliorandoli.

Al 25° posto assoluto il tema 91 – Guidetti Paolo/ Duella Piera, 68° piazzamento invece per il team 92 Nobili Pierluigi/Zaninetti Antonella e 153° per Aniello Gianni/Montalbetti Mauro che, alla loro prima partecipazione, purtroppo hanno dovuto fare i conti con ripetuti guai meccanici riuscendo comunque a tagliare il traguardo di Marrakech.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire il box doccia

  • La ciliegia: il frutto benefico per salute e bellezza

  • I farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • SOS Matrimonio: come vestirsi e cosa non indossare

I più letti della settimana

  • Incidente a Novara, perdono il controllo dell'auto e finiscono nella risaia

  • Novara, cede una grata in cortile: bimbo di cinque anni cade nel vuoto

  • Colpo da 20mila euro in banca, poi lo shopping a Novara: arrestato 21enne

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 15 e 16 giugno

  • Incidente a Prato Sesia, schianto fra auto e moto: ferito il centauro

  • Lite in strada a Novara: 23enne colpisce coetaneo alla testa con una catena, arrestato

Torna su
NovaraToday è in caricamento