rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Sport Romentino

L’addio al calcio di Thomas Forzatti

Domani, domenica 12 maggio, sarà l'ultima partita da giocatore di uno dei bomber più prolifici di sempre dei campionati dilettantistici novaresi. Bomber Forzatti racconta i suoi 320 gol in 20 anni di carriera

Con 320 gol all’attivo, numeri da record e 20 anni di carriera, Thomas Forzatti si ritira dal calcio giocato.

La gara di Promozione Romentinese-Arona, in programma domenica 12 maggio alle 16, sarà la sua ultima uscita con la maglia numero 9.   

Quali sono stati i momenti più belli della tua carriera? I ricordi più belli sono il primo gol in Eccellenza a 17 anni in Ovada – Caltignaga, il gol decisivo per la vittoria del campionato ad Arona contro il Trecate, il gol numero 200 contro la Dufour Varallo ad Oleggio, il numero 300 contro l'Arona l’anno scorso, il primo gol fatto con il Verbania alla prima di campionato con lo stadio pieno e la vittoria della scarpa d'oro.

Quali squadre ti sono rimaste nel cuore? Posso dire che mi sono trovato bene praticamente ovunque, i miei ricordi migliori solo legati però ad Oleggio dove credo di aver giocato in una squadra fortissima  fatta di giocatori e ragazzi fantastici, alcuni dei quali sono diventati con il passare degli anni amici. Arona perchè mi ha dato la possibilità di vincere il campionato e mi ha ricordato nel libro del centenario con la foto della mia esultanza al gol decisivo per la vittoria all’ultima giornata contro il Trecate. Caltignaga tutta la trafila del settore giovanile ed il mio esordio in un’Eccellenza di assoluto livello. Galliate con la quale ho contribuito allo storico passaggio in Eccellenza tramite i play off. Infine Romentino che per me è una seconda famiglia: mi ha permesso di esplodere calcisticamente, mi ha ripreso dopo il fallimento di Gozzano e mi ha lascito andare via liberamente per poi riaccogliermi negli ultimi anni della mia carriera dandomi addirittura la possibilità di allenare in . Promozione. Credo che sia giusto finire indossando la maglia di questa società.

Invece con quale allenatore ti sei trovato meglio? Ho avuto tanti allenatori, se devo fare un nome dico Zanardi perché è un professionista con una grande cultura del lavoro, anche se ho avuto un buon rapporto con quasi tutti.

Cosa significa per te giocare a calcio? Per me giocare a calcio era un grosso divertimento,chi mi ha conosciuto diceva di me che fossi un professionista dei dilettanti tanto fosse la mia dedizione ed il mio impegno. Questo mi ha permesso di fare tanti gol senza avere doti tecniche spiccate. Se non facevo gol stavo male tutta la settimana...

Il tuo futuro sarà quello di allenatore? La vita da allenatore è tutta un’altra cosa, devi pensare tutto la settimana per 20 e più persone, devi curare oltre all’aspetto tecnico e tattico, anche quello umano e soprattutto se la domenica non va bene, mentalmente è durissima! Avendo finito di giocare per me è iniziata una nuova sfida: la prossima stagione continuerò ad allenare dopo la breve esperienza di quest’anno. Spero di essere in grado, solo il campo potrà dare una risposta.

L'ALBUM FOTOGRAFICO DI THOMAS FORZATTI

Non si può non citare i traguardi raggiunti e numeri che parlano da soli. Forzatti ha giocato in 9 squadre di Promozione: Romentinese (109 gol), Galliate (84 gol), Oleggio (77 gol), Vignale (11 gol), Verbania (8 gol), Cameri (7 gol), Arona (6 gol), Barengo-Bellinzago (4 gol), Gozzano (4 gol) ed infine con il Caltignaga (10 gol) in Eccellenza. Inoltre è stato capocannoniere di Promozione per ben 5 volte: nel 2001/02 e 2004/05 con la Romentinese, nel 2005/06 e 2006/07 con l’Oleggio e nel 2008/09 col Verbania/Galliate. Infine è stato premiato con la scarpa d’oro piemontese dilettanti nel 2006/07.

Per Thomas la domenica non sarà più la stessa, ma mancano ancora 90’ e chissà che i gol non diventino 321!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’addio al calcio di Thomas Forzatti

NovaraToday è in caricamento