Rallycross Challenge Europe: Ivan Carmellino vince tra le supercars

Sfortuna per Zanni nelle super 1600; niente da fare anche per Roman Castoral tra le Supertouringcars 2000-. Finale incerta fino all'ultimo metro, infine, quella dei kart cross

La pioggia e il freddo dello scorso weekend hanno sicuramente condizionato, ma non rovinato, lo spettacolo del Rallycross Challenge Europe, unico appuntamento internazionale di specialità andato in scena all’autodromo Pragiarolo di Maggiora il 30 aprile e 1° maggio. La gara, valida anche per il campionato tricolore e per il trofeo Fia Cez, ha visto al via oltre settanta piloti in rappresentanza di undici nazioni.

Ivan Carmellino, tra le supercars, ha messo a frutto la sua esperienza di pilota di neve e ghiaccio adattandosi meglio degli altri a guidare la sua Fiat Grande Punto su un fondo a scarsissima aderenza, riuscendo a regolare i migliori specialisti europei sia durante le heat che in finale, cogliendo il meritatissimo successo davanti all’austriaco Max Pucher su Ford Fiesta ed alla tedesca Mandie August su Audi s3. 

Ha invece dovuto arrendersi alla sfortuna Mirko Zanni sulla Renault Clio preparata dalla Tedak Racing, protagonista dell’intero weekend di gara tra le super 1600 ma fermato da una foratura in una finale che si è così trasformata in un monologo ceco, con il podio occupato da Josef Susta su Skoda Fabia, Vaclav Veverka su Peugeot 208 e Martin Suchy su Peugeot 206; quinto assoluto, e primo degli italiani, Stefano Cerri, già vincitore a Pasquetta.

Anche Roman Castoral su Opel Astra ha dovuto dire addio al successo di una gara che ha dominato sin dalle prime battute tra le Supertouringcars 2000-, rimasto coinvolto nella bagarre appena dopo il via ed incapace di rimontare i due belgi Teelen e Van Den Brandt e l’ungherese Csirmaz che lo hanno poi preceduto fino al traguardo. Successo belga anche tra le vetture di cilindrata superiore, con la Volvo s40 di Filip Vanderheyden precedere senza storia la Ford Escort del connazionale Volders e la Volkswagen Golf dell’austriaco Schadenhofer.

Finale incerta fino all’ultimo metro, infine, quella dei kart cross, partita con diversi piloti accreditati al successo. Dopo l’holeshot di Stefano Milani è Simone Firenze a dettare legge e guadagnare un vantaggio poi malamente amministrato, tanto che Marcello Gallo riesce a colmare il gap, al punto da demandare al servizio di cronometraggio il responso definitivo dopo un arrivo al fotofinish: vittoria per Firenze, secondo posto per 48 millesimi di secondo a Gallo e terza posizione per Claudio Pigato.

Il prossimo appuntamento all’autodromo Pragiarolo di Maggiora è ora il Jeepers Meeting del 23-24-25-26 giugno, mentre le gare torneranno di scena il 10 e 11 settembre con il Campionato Europeo Autocross.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A piedi sulla A4 armato di un coltello, fugge nei campi alla vista della polizia: caccia all'uomo

  • Le Frecce Tricolori su Novara: il decollo da Cameri della pattuglia acrobatica

  • Incidente a Mandello, perde il controllo del suv e si incastra in un canale

  • Novara, rapina al punto Snai di via San Francesco: due feriti

  • Operazione anti prostituzione: incarico temporaneamente sospeso per don Zeno, l'annuncio della diocesi

  • Incidente a Novara, schianto fra due auto in corso della Vittoria: ragazza incastrata tra le lamiere

Torna su
NovaraToday è in caricamento