Verbania chiede una tappa del Giro D'Italia per celebrare Ganna e Longo Borghini

La proposta dell'amministrazione

Una tappa del Giro d'Italia a Verbania per celebrare Ganna e Longo Borghini.

É questa la proposta dell'amministrazione comunale per celebrare le medaglie iridate del VCO ai mondiali di ciclismo a Imola. "Ho scritto in queste ore alla Direzione del Giro d'Italia di Ciclismo per verificare la possibilità di organizzare l’arrivo di una tappa nella nostra città di una delle prossime edizioni, a partire da quella del 2021 - dice il sindaco Silvia Marchionini - Sono trascorsi alcuni anni da quando una tappa del Giro d’Italia è terminata a Verbania, in una splendida giornata di sole riscuotendo, sia per l’organizzazione dei Comuni dove è transitata la tappa che per l’arrivo a Verbania, il plauso degli organizzatori del Giro d’Italia. Le motivazioni per richiedere un nuovo arrivo son molte e, soprattutto, per il fatto che le due e uniche medaglie, ai recenti mondiali di ciclismo su strada sono arrivate da due atleti del nostro territorio, amici di Verbania".

"Da ben quattro anni la televisione ci ha regalato le splendide vittorie mondiali nell’inseguimento individuale di Filippo Ganna, che ha dimostrato che con il sacrifico, l’abnegazione, l’intelligenza ciclistica e soprattutto l’umiltà si possono conseguire risultati sportivi altissimi. Con l’applicazione delle sue doti è riuscito ad essere il primo italiano a vincere il titolo mondiale dei professionisti-elite di cronometro individuale a Imola. Inoltre il bronzo mondiale di Elisa Longo Borghini, sempre a Imola, corona una carriera che dal 2011 la vede sempre splendida e immancabile protagonista, ricordando anche la medaglia di bronzo olimpica in linea nel 2016 e quella mondiale in linea nel 2012, nonché di essere cinque volte campionessa nazionale, quattro a cronometro e una in linea, e con importanti vittorie in alcune gare in linea tra cui quella al Giro delle Fiandre in solitaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Molte volte in passato il Giro d’Italia ha previsto l’arrivo in territori di atleti che hanno prodotto risultati importanti nella loro carriera, per riconoscere con segno tangibile la loro classe e bravura. Noi ci proveremo, richiedendo un arrivo di tappa perché sarebbe un giusto riconoscimento ai due grandi atleti del VCO, per la efficiente organizzazione locale che ha supportato la tappa Melide - Verbania svoltasi giovedì 28 maggio 2015, e per la spettacolarità della tappa che le nostre bellezze paesaggistiche garantirebbero con lo splendido Lago Maggiore, il Parco Nazionale Val Grande alle spalle, le isole Borromee, il giardino botanico di Villa Taranto, villa San Remigio ed altre incredibili bellezze del paesaggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, non scendono le sbarre del passaggio a livello: travolto un uomo in scooter

  • Novara, rissa sull'Allea, giovane si scaglia contro un carabiniere: arrestato

  • Coronavirus, in Piemonte nuove linee guida per la gestione dei casi positivi nelle scuole

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: in Piemonte stop alla vendita di alcolici dopo le 21

  • Cosa fare in città: tutti gli eventi del fine settimana del 17 e 18 ottobre

  • Incidente a Novara, frontale tra due auto a Lumellogno: un ferito grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento