rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Volley

Volley femminile, è festa al PalaIgor per la nazionale

Le azzurre di Velasco, davanti ad oltre 2500 persone, debuttano nel 2024 con un 3-0 alla Svezia di Bregoli. Debutta Bernardi come assistente del tecnico argentino, Danesi esordisce da capitano con 5 punti

La nazionale italiana femminile di volley, che si accinge ad affrontare la VNL che mette in palio cinque posti alle olimpiadi, ha scelto la cornice del PalaIgor per il suo debutto stagionale. Che si è rivelato positivo: la Svezia di Giulio Cesare Bregoli non ha avuto scampo ed è stata sconfitta con un perentorio 3-0.

Buone sono le indicazioni raccolte da Julio Velasco, soprattutto da Camilla Mingardi, che ha realizzato 12 punti; positivo il debutto di Yasmina Akrari, 11 volte a segno di cui 4 a muro e che ha dimostrato una risorsa importante su cui contare. Per il resto tutte le atlete sono state ruotate, come era nei programmi.

L'attesa però era tutta per un'oramai ex igorina: Anna Danesi, che ha esordito da capitano proprio davanti a quello che è stato per due anni il suo pubblico. Per la centrale bresciana sono 5 i palloni messi a terra. 

Infine, per quanto riguarda lo staff tecnico, si segnala l'esordio in azzurro di Lorenzo Bernardi quale assistente dello stesso Velasco, suo maestro ai tempi della cosiddetta "Generazione di Fenomeni".

Archiviato positivamente il primo test si pensa già a quello successivo: si replica stasera, sempre contro la Svezia, al PalaBanca di Piacenza con inizio alle ore 19. 

Le dichiarazioni del ct

Così Julio Velasco al termine del match:

"Questa sera essendo la prima partita, non solo per me, ma anche per diverse ragazze, l'emozione si è fatta un po' sentire. Il match non ci ha creato molti problemi, però in questo tipo di sfide non è facile tenere alta l'attenzione, mentre noi soprattutto in fase di copertura abbiamo fatto vedere buone cose. Alcune soluzioni in attacco che avevamo provato hanno funzionato, così come il muro e altra cosa importante è stato il fatto di sbagliare pochi servizi, senza però battere facile. 

Ci siamo presentati a questa partita dopo diverse settimane di lavoro, però con gruppi che sono arrivati in periodi diversi. Qualche ragazza è stata tenuta a riposo per piccoli problemi fisici. 

In questo periodo stiamo lavorando, inserendo gradualmente gruppi di giocatrici e così sarà anche la prossima settimana, quando buona parte della squadra paritrà per la Turchia, mentre alcuni elementi dello staff resteranno in Italia per allenare le giocatrici che inizieranno la stagione in azzurro. 

Avere Massimo (Barbolini) così come Lorenzo (Bernardi) al mio fianco in panchina è un lusso assoluto, così come Juan Manuel (Cichello). Nel corso delle nostre riunioni escono sempre idee nuove e questo è un qualcosa di veramente positivo. Ho a disposizione un bellissimo gruppo di lavoro, così come lo è quello delle ragazze che sta lavorando duramente e con grande attenzione".

Il tabellino

ITALIA - SVEZIA 3-0 (25-13, 25-9, 25-13)

ITALIA: Cambi 2, Bosetti 7, Danesi 5, Antropova 6, Degradi 7, Akrari 11. Fersino (L). Piva 2, Mingardi 12, Bosio, Nervini 6, Sartori 2, Spirito. All. Velasco

SVEZIA: Haak A. 10, Nilsson 3, Lindberg 2, Lazic 5, Andersson 3, Julevik 1. Brink (L). Malm, Gustafsson, Nilsson, Van Leusen, Lindberg P., Broberg, Andersson E. All. Bregoli

Arbitri: Venturi e Scotti. 
Spettatori 2549. Durata Set: 19', 19', 21'.
Italia: 5 a, 6 bs, 15 m, 12 et.
Svezia: 1 a, 5 bs, 2 m, 5 et.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley femminile, è festa al PalaIgor per la nazionale

NovaraToday è in caricamento