Sabato, 23 Ottobre 2021
Volley

Volley, alla Igor il quarto Memorial Ferrari

Le azzurre superano in quattro set Cuneo e danno seguito ai trofei vinti nel 2017 e nel 2019

La Igor si aggiudica per la terza volta il Memorial Ferrari, il prestigioso torneo precampionato intitolato all’ingegner Giampaolo Ferrari, storico main sponsor (Comoli Ferrari) e colonna portante del club. Le azzurre superano in quattro set Cuneo e danno seguito ai trofei vinti nel 2017 e nel 2019; Mvp della finalissima, la schiacciatrice azzurra Sofia D’Odorico. Terzo posto, invece, per Busto Arsizio con le lombarde vittoriose per 3-1 nella finalina con Chieri.

Novara in campo con Karakurt opposta a Hancock, Bonifacio e Chirichella centrali, D’Odorico e Bosetti schiacciatrici e Fersino libero; Cuneo con Signorile in regia e Zanette opposta, Squarcini e Stufi al centro, Giovannini e Kuznetsova in banda e Spirito libero.

Parte bene Novara, con Karakurt (2-0) e D’Odorico (7-4) subito a segno ma Kuznetsova trova due ace e impatta (7-7) mentre l’ex Zanette in diagonale firma il sorpasso sul 10-12. Bosetti ricuce (12-12), D’Odorico e Bonifacio provano l’allungo (17-14) ma Novara tiene solo fino al 22-19, siglato da un muro di Bonifacio su Stufi. Poi alzano il ritmo le ospiti, che trovano un parziale di 0-5 e chiudono il set con un servizo out di Hancock dopo il primo tempo di Bonifacio (23-25).

Il primo spunto è ospite (2-4) ma Bonifacio a muro (4-4) e in attacco (5-5) ristabilisce la parità con due punti in fila di Karakurt (ace e pallonetto) cui replica Zanette con l’ace del controsorpasso, sul 9-10. Hancock forza in battuta e con due servizi vincenti fa 15-12, D’Odorico (20-16) e Chirichella in fast spingono le azzurre (22-18), con il capitano che chiude poi il parziale con due ace consecutivi, per il 25-18.

Lavarini rivoluziona il sestetto, con Washington ad agire da opposta e Karakurt spostata in banda con D’Odorico e Novara fa subito il vuoto sul turno in battuta di Hancock e poi con il primo tempo a segno di Bonifacio, per il 7-2. D’Odorico allunga in diagonale (14-8), Karakurt in maniout fa 16-9 mentre Lavarini cambia diagonale inserendo Battistoni e Costantini, giusto il tempo di scappare sul 20-14. Squarcini (due ace: 21-16, poi 21-18) è l’ultima ad arrendersi ma Novara non si ferma più e dopo una magia di Karakurt propiziata da una gran difesa di Fersino (23-19) arriva il muro di Washington che vale il 25-19 e il 2-1.

Si riparte nel segno dell’equilibrio (3-2, D’Odorico) ma un errore di Zanette (9-6) e una fast di Chirichella (11-8) rompono l’inerzia, con Pistola che prova a fermare il gioco sul 13-9. Squarcini rientra (ace, 13-11) ma Bonifacio allunga di nuovo in primo tempo (15-11) e il muro di Washington vale il 18-13. Chirichella ne fa due in fila (maniout e poi muro, 22-17) e Karakurt conquista il match ball in pipe (24-19): al terzo tentativo, chiude Bonifacio, per il 25-21.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, alla Igor il quarto Memorial Ferrari

NovaraToday è in caricamento