rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Volley

Igor Novara, pesante rovescio interno: Scandicci passa in tre set

Le azzurre cadono dopo un'imbattibilità durata un intero girone e dicono addio, almeno per il momento, al primato in classifica

Un girone dopo l’ultima volta, “cade” in campionato la Igor Volley di Stefano Lavarini, superata per 0-3 a domicilio da Scandicci, trascinata da un’eccellente Antropova e ben orchestrata dalla regista Malinov, premiata MVP del match. Ancora tanti errori tra le fila novaresi, con le azzurre fallose e poco incisive in attacco.

Igor in campo con Karakurt opposta a Hancock, Chirichella e Washington centrali, Bosetti e Herbots schiacciatrici e Fersino libero; Scandicci con Malinov in regia e Antropova in diagonale, Lubian e Alberti al centro, Pietrini e Natalia in banda e Castillo libero.

Sul servizio di Hancock il primo break è azzurro (3-0, Chirichella) ma Antropova ricuce con l’ace del 3-3 e poco dopo Malinov e Lubian (ace, 5-8) invertono il trend regalando a Scandicci un vantaggio che rimane costante fino al muro su Bosetti, del 7-10. Herbots prova a reagire (11-12, maniout) ma Karakurt viene “stoppata” sull’11-15 mentre Lavarini ferma invano il gioco; Natalia allunga in diagonale (12-18), Bosetti le risponde (16-20) ma è Antropova a decidere definitivamente il parziale: prima fa 17-22 in diagonale, poi conquista con due ace il set ball (17-24) che Lubian, al primo tentativo, concretizza in fast (17-25).

Scandicci riparte di slancio e va 0-3 con l’errore in attacco di Washington, mentre Novara si sblocca solo sul 4-7: il primo punto in attacco è di Karakurt (5-7), che poi in battuta trova l’ace del 7-8 e propizia l’errore di Pietrini per la parità a quota 8. Pietrini riporta avanti le sue (8-11), mentre Lavarini inserisce Daalderop in banda; Hancock trova l’ace del 13-13 e innesca il punto a punto rotto dopo il timeout di Barbolini dagli errori di Chirichella (servizio) e Karakurt (attacco) per il 16-18, poi Daalderop tramuta in punto una difesa di Karakurt (18-19) ma un errore di Bosetti e un muro sulla schiacciatrice azzurra valgono il 19-22 che ipoteca il set per le toscane. Proprio Bosetti prova a reagire (21-22, diagonale vincente) ma dopo il timeout di Bawrbolini le ospiti arrivano al set ball con un gran muro di Lubian (21-24): Novara ne annulla due, poi Hancock manda out la battuta del 23-25.

Il terzo set è il più combattuto in avvio, con le squadre che procedono testa a testa fino al 7-7 (maniout di Karakurt) con Novara che conferma Daalderop in sestetto, mentre Scandicci sfrutta la vena di Pietrini (7-10) per trovare un break pesante e costringere Lavarini al timeout; Washington ricuce lo strappo (12-12) e sorpassa murando Antropova (13-12) ma Bosetti viene “stoppata” (14-15) e poi spara out il 14-17, mentre le ospiti si aggrappano a Pietrini per allungare fino al 16-20. Dentro D’Odorico e sul suo turno in battuta le azzurre rientrano 19-20, arrivando addirittura in parità con Washington (21-21) poco dopo; niente da fare, però, per le azzurre: Chirichella manda il servizio in rete (21-22), Karakurt spara out (21-24) e dopo il primo tempo di Washington, Natalia firma il 22-25 in maniout.

Stefano Lavarini (allenatore Igor Gorgonzola Novara): “Scandicci ha tenuto sicuramente un livello di battuta migliore del nostro, mentre noi abbiamo faticato molto più del dovuto in attacco. La classifica? Ovviamente chiudere primi sarebbe eccezionale, così come sarebbe sicuramente un ottimo risultato anche il secondo posto ma in questo momento la mia preoccupazione è quella di ritrovare il nostro livello di gioco migliore, che in questo momento purtroppo ci manca. In ottica playoff e in vista delle prossime due partite, questo deve essere il nostro obiettivo primario”.

Cristina Chirichella (centrale Igor Gorgonzola Novara): “Non c’è stata continuità di gioco da parte nostra e credo che questa sia stata una delle problematiche con cui abbiamo dovuto fare i conti. Loro ci hanno messe in difficoltà, peccato per il secondo e terzo set in cui siamo stati sempre in gioco ma non siamo riuscite a vincerli. Esamineremo la partita per ripartire, sicuramente serve essere più aggressive in campo”.

Igor Gorgonzola Novara – Savino Del Bene Scandicci 0-3 (17-25, 23-25, 22-25)
Igor Gorgonzola Novara: Imperiali (L) ne, Herbots 3, Battistoni ne, Fersino (L), Bosetti 4, Chirichella 6, Hancock 1, Bonifacio ne, Washington 9, Costantini ne, D’Odorico, Daalderop 5, Karakurt 13. All. Lavarini.
Savino Del Bene Scandicci: Angeloni ne, Alberti 4, Bia ne, Malinov 2, Napodano (L) ne, Pietrini 10, Merlo ne, Lubian 9, Natalia 11, Lippmann ne, Antropova 14, Camera ne, Sorokaite ne, Castillo (L). All. Barbolini.
MVP Ofelia Malinov

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor Novara, pesante rovescio interno: Scandicci passa in tre set

NovaraToday è in caricamento