rotate-mobile
Volley

Volley A1 femminile, la Igor non smobilita in regia: confermata anche Bartolucci

La ventunenne marchigiana, decisiva per la qualificazione in Challenge, vestirà la casacca azzurra per la terza stagione, la seconda di fila

La nuova Igor Novara continua a prendere forma ed il reparto alzatrici non subirà per la seconda stagione consecutiva scossoni. La vice Bosio sarà ancora Valentina Bartolucci, che per la terzo anno seppur non consecutivo (era arrivata una prima volta nel 2020) vestirà la maglia azzurra.

Nata a Pesaro nel 2003, Valentina ha contribuito al prezioso successo in Wevza Cup, anticamera della Challenge (anch'essa conquistata qualche mese più tardi) per poi alternarsi con buon profitto alla titolare Bosio.

Al momento è impegnata con la nazionale italiana juniores, che a inizio luglio disputerà gli Europei di categoria in Puglia.

Le prime impressioni

La palleggiatrice esterna così le sue impressioni: "Siamo reduci da una bellissima stagione e sicuramente inizieremo a lavorare fin dal primo giorno con il desiderio di ripetere quanto fatto e di riuscire a migliorarci. Noi atlete riconfermate avremo il compito di trasmettere la sintonia del gruppo esistente alle nuove così come l'entusiasmo che ci contraddistingue. Sono molto motivata, vogliamo far sì che il pubblico di Novara si affezioni a noi come nella passata stagione, in cui ci ha trasmesso energia e supporto in ogni singolo momento. Ora sono focalizzata sull'avvicinamento all'Europeo juniores di luglio, poi non vedo l'ora di rituffarmi nell'azzurro della Igor Volley; obiettivi? Arrivare più in alto possibile. La CEV sarà una competizione di alto livello, un palcoscenico prestigioso in cui saremo chiamate a metterci in discussione e a fare bene, per arrivare il più lontano possibile".

Questo invece il pensiero di Enrico Marchioni, dg del club: "Valentina ha proseguito, nel corso della passata stagione, un percorso di crescita importante che l'ha vista vincere il campionato di B1 con la nostra seconda squadra tutta composta da under 18, per poi vivere due anni molto positivi in serie A2. L'impatto con la massima serie è stato ottimo, ha confermato di essere una specialista del suo ruolo già affidabile e coraggiosa a dispetto della giovanissima età, offrendo sempre una valida alternativa nei momenti di necessità e contribuendo attivamente a tenere alto il livello degli allenamenti. Ora ci aspettiamo che si possa compiere un ulteriore passo in avanti nel corso della prossima stagione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A1 femminile, la Igor non smobilita in regia: confermata anche Bartolucci

NovaraToday è in caricamento