Giovedì, 29 Luglio 2021

Tragedia sulla funivia del Mottarone, Cirio: "Abominevole mettere a rischio la vita delle persone per soldi"

Il presidente della Regione Piemonte commenta gli sviluppi delle indagini sul tragico incidente di domenica 23 maggio, che hanno portato al fermo di tre persone

"Una tragedia enorme, uno shock che ha colpito non solo noi piemontesi, ma anche il mondo intero". Sono le parole del presidente della Regione Alberto Cirio, nel serivizio di Gioele Urso, che commenta gli sviluppi delle indagini sul tragico incidente di domenica 23 maggio, quando una cabina della funivia Stresa-Mottarone è precipiata al suolo provocando la morte di 14 persone.

Per l'accaduto sono al momento state fermate tre persone, accusate di aver manomesso il sistema di emergenza dei freni. Si tratta di Luigi Nerini, proprietario della società che gestisce l'impianto, Ferrovie Mottarone srl, il direttore dell'esercizio Enrico Perocchio e il capo operativo servizio Gabriele Tadini.

"Che la mente umana possa pensare di mettere a rischio la vita delle persone - ha commentato Cirio - per un fattore economico io trovo che sia un qualcosa di abominevole; un comportamento inaccettabile. Chi ha fatto questo è giusto che paghi e che paghi fino in fondo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Tragedia sulla funivia del Mottarone, Cirio: "Abominevole mettere a rischio la vita delle persone per soldi"

NovaraToday è in caricamento