Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video | "Una vita in vacanza": lo spot contro l'abbandono degli animali

 

Si intitola "Una vita in vacanza" lo spot di sensibilizzazione contro l'abbandono degli animali in estate presentato dalle associazioni Anpana, Enpa e Andromeda, con il patrocinio di Comune e Provincia di Novara. Il video è stato realizzato dalla Scuola estiva di cinema Teatrica di Laura Pigozzo.

Anpana, Enpa e Andromeda contro l'abbandono degli animali: lo spot è galliatese

La storia

Filippo, un ragazzo di 14 anni si sta rilassando sulla poltrona di casa insieme alla sua migliore amica Maggie Smith, una bellissima cagnolina. Stanno guardando un film quando ad un tratto il film viene interrotto da una edizione straordinaria del Tg che annuncia che un delinquente ha abbandonato la sua cagnolina, che comunque è in buone condizioni e si trova ospitata al canile di Novara. Filippo e Maggie, in quel momento, ripensano separatamente al loro passato quando ancora non si conoscevano e rivivono alcuni eventi, Maggie ricorda quando si trovava al canile sola e triste mentre Filippo invece bullizzato dai compagni di scuola. Poi, le loro menti vanno al momento in cui si sono conosciuti per la prima volta, in canile, tra i due è stato amore a prima vista. Capiscono quanto il loro incontro sia stato importante. Ripensano ai giri in vespa, ai pomeriggi a giocare con le galline e alle corse spensierate per le campagne. Il corto finisce con loro due che tornano al canile per adottare la cagnolina protagonista dello speciale Tg. La scena si chiude con la stessa immagine dell’inizio, solo che ora sul divano sono in tre; Filippo, Maggie e Audrey, la cagnolina salvata dall’abbandono.

Potrebbe Interessarti

Torna su
NovaraToday è in caricamento