menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Verbania, dal Ministero delle Infrastrutture 410mila euro per la riqualificazione di palazzo Cioja

Il sindaco Marchionini: "Un primo e prezioso passo per arrivare a mettere in cantiere i lavori di recupero"

È arrivata dal Ministero dell’Interno, dalla direzione centrale per la finanza locale, la conferma del contributo di 410mila euro al Comune di Verbania, finalizzato alla progettazione per la riqualificazione di palazzo Cioja a Suna.

Con la domanda a suo tempo inoltrata per questo finanziamento, il Comune di Verbania continua ad impegnarsi per l’obiettivo di ottenere risorse per il recupero e la ristrutturazione di palazzo Cioja a Suna: "Il contributo arrivato è un primo e prezioso passo per arrivare a mettere in cantiere i lavori di recupero - ha commentato il sindaco di Verbania Silvia Marchionini - e già a gennaio ci sarà il bando di gara per la progettazione. Ricordo che l’amministrazione sta lavorando da tempo, e già nel 2018 ha presentato un progetto di rilancio denominato 'Palazzo Cioja bene Comune', con il coinvolgimento del Consiglio Quartiere Ovest, Polisportiva Verbano, Gruppo Alpini Suna, Gruppo del Giovedì, Gente di Lago e di Fiume, Verbania MillEventi, Sub Verbania, Estremadura Cafè e l’architetto Roberto Tognetti estensore del progetto".

"Il nostro fine è rendere di nuovo fruibile con una funzione pubblica (dopo moltissimi anni) questo bellissimo palazzo sul lungolago di Suna - ha aggiunto Marchionini - attraverso un’idea di governance condivisa dello spazio, con il coinvolgimento e l’interesse di varie realtà cittadine, grazie al recupero e alla valorizzazione di questa importante eredità storico-architettonica della città. La speranza è ora di recuperare anche i fondi per i lavori, avendo anche già richiesto un contributo attraverso un bando del Governo (per circa 5 milioni di euro) e che speriamo possa arrivare. Prosegue quindi il nostro deciso impegno per il recupero del patrimonio culturale della città, che ha già visto in questi anni il recupero di Villa Simonetta (i cui lavori sono al termine), quelli di Villa San Remigio che diventerà sede di iniziative dell’Università del Piemonte Orientale (con i lavori di riqualificazione del parco già finanziati), la riapertura del Museo del Paesaggio con la ristrutturazione di Palazzo Viani Dugnani (sono in corso i lavori di ristrutturazione della seconda ala), di Palazzo Pretorio e il recupero di Casa Ceretti ora luogo frizzante e attivo di incontri e iniziative culturali e artistiche".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, in Piemonte si potrà fare visita ai pazienti ricoverati in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento