menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Test sierologici, a Verbania un sostegno economico per chi deve farli e non può permetterselo

Il Comune ha approvato un contributo di 5mila euro per sostenere i cittadini in difficoltà economica che intendano sottoporsi al test, su richiesta del proprio medico curante, per motivi di salute o lavoro

Un sostegno economico ai cittadini che devono sottoporsi ai test sierologici. Succede a Verbania, dove il Comune ha approvato un contributo di 5mila euro per sostenere i verbanesi in difficoltà economica che intendano sottoporsi a test sierologico, su richiesta del proprio medico curante per motivi di salute o lavoro, presso un laboratorio autorizzato.

"Un’iniziativa in linea con la cosiddetta 'Fase 2' dell’emergenza coronavirus in Italia - spiegano dall'amministrazione - in cui la Regione Piemonte ha autorizzato i test sierologici privati a pagamento per la popolazione per la ricerca di anticorpi, e anche della campagna epidemiologica del Ministero della Salute che interessa 300 cittadini del territorio scelti su un modello statistico".

Per questo il Comune ha deciso di intervenire con un aiuto economico a sostegno delle persone in difficoltà che hanno un Isee pari o inferiore a 15 mila euro, facendosi carico di una parte del costo dell’esame sierologico, pari all’80%, per sostenere chi deve eseguire il test per lavoro o salute, previa dichiarazione del medico di famiglia.

"Ricordiamo - sottolineano dal Comune - che i risultati positivi di eventuali test sierologici non danno immunità di alcun tipo e che i cittadini interessati al sostegno economico potranno farne richiesta al Comune solo con un’attestazione del medico; ci si rivolgerà poi al centro privato, scelto dal Comune con un’indagine di mercato legato al minor costo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Verbano Cusio Ossola

Baveno, chiusa la scuola materna per covid: bambini in quarantena

Attualità

Coronavirus, in Piemonte si potrà fare visita ai pazienti ricoverati in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento