rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Verbano Cusio Ossola

Si barrica in casa per non essere arrestato e aggredisce i poliziotti con un’ascia

L'uomo ha anche tentato di buttare un vigile del fuoco giù da un'autoscala e poi è saltato dal balcone

Un arresto a dir poco rocambolesco per gli agenti della polizia di frontiera di Domodossola.

Nei giorni scorsi è stata infatti disposta un'ordinanza di arresto per un 45enne di Crevoladossola, già denunciato per stalking, che ha aggredito la sorella e il padre della sua vittima sul pianerottolo di casa. Gli agenti si sono quindi messi al lavoro per rintracciarlo: un'operazione non facile, che ha visto i poliziotti impegnati in lunghi appostamenti per scoprire il nascodiglio dell'uomo.

Gli agenti, trovata l'abitazione dove l'uomo di nascondeva, hanno cercato di entrare in casa con l'aiuto di un'autoscala dei vigili del fuoco. Il 45enne però, accortosi dell'autoscala, ha aperto la finestra e ha scosso il cestello, rischiando di far cadere da circa 10 metri di altezza un pompiere. L'uomo si è poi barricato in casa, minacciando di ammazzare qualcuno.

Dopo aver sfondato la porta, sempre con l'aiuto dei vigili del fuoco, gli agenti hanno trovato il 45enne armato di una grossa ascia che tentava di colpirli: per cercare di fermarlo gli agenti hanno spruzzato lo spray urticante, ma l'uomo si è rialzato e ha cercato di fuggire, lanciandosi dal balcone e atterrando nel prato. Gli altri poliziotti che si trovavano all'esterno della casa sono riusciti, finalmente, a immobilizzare l'uomo e ad arrestarlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si barrica in casa per non essere arrestato e aggredisce i poliziotti con un’ascia

NovaraToday è in caricamento