Verbano Cusio OssolaToday

Polpetta avvelenata in giardino, cane rischia di morire sotto agli occhi dei padroni

L'animale, una femmina di pastore belga, è stato salvato dal veterinario. Per avvelenarlo hanno usato un lumachicida

Hanno visto il loro cane con tremori, vomito e lingua di fuori e lo hanno subito portato dal veterinario, che lo ha salvato e ha spiegato perchè il cucciolone di casa stava male: era stato avvelenato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inquietante caso è capitato a Gignese, un paesino vicino a Stresa. I padroni hanno notato in giardino il cane, una femmina di pastore belga, che stava male. Dopo che il veterinario ha curato l'animale ha anche svolto delle analisi, che hanno confermato il terribile sospetto dell'avvelenamento. Nello specifico la sostanza usata era metaldeide, utilizzato nelle preparazioni lumachicide e, purtroppo, anche per preparare polpette avvelenate. In casa e in giardino però non era stata usata questa sostanza e il cane non era uscito: l'unica spiegazione è che qualcuno abbia volutamente gettato un boccone avvelenato nel prato per uccidere l'animale. I padroni hanno sporto denuncia ai carabinieri, che effettueranno un sopralluogo nella zona nei prossimi giorni con un cane antiveleno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Novara, bonus bici confermato: come fare richiesta per ottenere fino a 500 euro per biciclette e mezzi elettrici

  • Coronavirus, chiuso il reparto Covid dell'ospedale di Novara

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie nei centri commerciali (anche all'aperto) e bar chiusi entro l'una

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento