menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crovoladossola: in piena notte urla e impreca sotto casa della ex, poi picchia i carabinieri

L'uomo ha anche rotto lo specchietto di un'auto di servizio

Urla e impreca sotto casa della ex, poi aggredisce i carabinieri che tentano di calmarlo.

É successo la sera del 25 settembre a Caddo, frazione di Crevoladossola. Intorno alle 23.30 un 43enne, in evidente stato di alterazione, ha dato in escandescenze per strada sotto casa della ex fidanzata, che lo aveva già denunciato per atti persecutori. All'arrivo dei carabinieri il 43enne ha iniziato a sbracciare e ha tentato addirittura di aggredire i militari che cercavano di contenerlo. Uno dei militari, infatti, cercando di trattenerlo dall’avvicinarsi ancor più all’abitazione “bersaglio” delle sue attenzioni, è stato colpito ad un ginocchio, mentre gli altri sono stati minacciati e insultati. 

L'uomo è stato arrestato perché ritenuto responsabile di minaccia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e danneggiamento, avendo anche distrutto scalciando lo specchietto retrovisore di una delle auto di pattuglia. L’uomo è stato quindi arrestato, processato per direttissima e sottoposto agli arresti domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, fino a quando il Piemonte sarà in zona arancione?

Verbano Cusio Ossola

Baveno, chiusa la scuola materna per covid: bambini in quarantena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento