Verbano Cusio OssolaToday

Frana di Oggebbio, fango e detriti in strada: statale 34 verso la Svizzera ancora chiusa

I lavori di sgombero dureranno ancora diversi giorni

La colata di fango

Rimarrà chiusa ancora per qualche giorno, probabilmente fino a martedì o mercoledì, la statale 34 del Lago Maggiore.

La strada è stata invasa all'altezza di Oggebbio da una colata di fango venerdì 28 agosto. Alcune auto nelle frazioni di Cadessino e Roncone sono state sommerse dalla piena e una decina di persone che abita nelle due frazioni è stata evacuata, ma fortunatamente non ci sono stati feriti. La frana è stata provocata dal torrente che passa poco più a monte: un'ostruzione ha impedito all'acqua di defluire, riversandosi a valle e trascinando fango e detriti verso i piccoli centri abitati e poi sulla statale.

Sulla strada, collegamento diretto tra il Verbano e la Svizzera, sono al lavoro i volontari Aib, oltre ai vigili del fuoco già intervenuti nei giorni scorsi e ai tecnici Anas, per cercare di liberare al più presto la carreggiata. Operazione non semplice, visto che le piogge continuano a trascinare terra e fango verso la zona. Per l'intervento urgente si calcola un costo di circa 100mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

strada chiusa oggebbio 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

  • Filamenti bianchi sulla città: che cos'è la strana sostanza che cade dal cielo su Novara

  • "Da cinque giorni aspettiamo il risultato del secondo tampone", la storia di una famiglia novarese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento