rotate-mobile
Verbano Cusio Ossola

Incendio in Val Grande, le fiamme causate dall'uomo

Secondo il presidente del Parco Luigi Spadone, "sembra che l'innesco sia dovuto all'uomo"

Sarebbe stato causato dall'uomo l'incendio divampato ieri, martedì 30 aprile, in Val Grande, nella zona di Pogallo.

A darne notizia è il presidente del Parco Nazionale della Val Grande Luigi Spadone: "Dalle prime valutazioni - ha dichiarato Spadone in una nota stampa - sembra che l'innesco sia dovuto all'uomo e quindi come minimo di natura colposa. La Val Grande è territorio di estremo valore naturalistico e fragile, dobbiamo impegnarci tutti per rispettarlo. Le regole sono fatte per evitare situazioni di pericolo a persone e animali e difendere il valore che il Parco custodisce".

Le fiamme hanno interessato l'area al di sopra dell'Alpe Busarasca che comprende una zona di faggeta. Il rogo è stato segnalato da alcuni cittadini, che hanno contattato il Parco, permettendo l'immediata mobilitazione delle squadre di pronto intervento, entrate rapidamente in azione per spegnere le fiamme e limitare i danni. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, con squadre da terra, un canadair e un elicottero, e i volontari dell'Aib.

"Il Parco Nazionale della Val Grande - si legge nella nota stampa dell'ente - coglie l'occasione per ricordare che la legge vieta esplicitamente l'accensione di fuochi all'aperto sul territorio dell'area protetta, anche in assenza dei divieti legati alla siccità. Il comportamento dei fruitori della montagna deve essere rispettoso delle regole e delle buone pratiche per evitare pericoli inutili".

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in Val Grande, le fiamme causate dall'uomo

NovaraToday è in caricamento