Verbano Cusio Ossola

Lo chef Marco Sacco punta sul Lago Maggiore con un nuovo ristorante

Dall'anno prossimo lo chef 2 stelle Michelin guiderà la cucina de Il Verbano, sull'Isola dei Pescatori

Lo chef Sacco

Dal 2022 lo chef due stelle Michelin prenderà le redini de Il Verbano, sull’Isola dei Pescatori. Con un giardino privato con vista e la possibilità di pernottamento, per vivere tutta la magia di un angolo di lago in cui il tempo sembra essersi fermato.

"Credo in questo territorio, ora più che mai. Sono sicuro che nel prossimo periodo il potenziale turistico del Lago Maggiore esploderà. Sono estremamente felice di iniziare questa nuova avventura, di tornare nel mio territorio ed entrare a far parte della comunità dell’Isola dei Pescatori portando tutta la mia esperienza nella ristorazione e il mio ‘spirito d’acqua dolce’", commenta lo chef, che dopo il Piccolo Lago sulle sponde del Lago di Mergozzo, raddoppia la sua presenza sui laghi del Vco.

Il progetto è nato dalla forte sintonia di vedute con Emanuele Lanteri, proprietario dell’immobile: rendere l’offerta culinaria del territorio un’esperienza culturale a tutti gli effetti. Il nuovo concept del Verbano proporrà sia le ricette tradizionali che reinterpretazioni ricercate e contemporanee, oltre a una selezione dei sapori simbolo della penisola. L'obiettivo che da ormai tre anni chef Sacco porta avanti, anche attraverso l'associazione per la tutela degli ecosistemi lacustri e fluviali Gente di Lago e di Fiume, è quello di tutelare i saperi e i sapori custoditi fra le sponde del lago.

"L’Isola dei Pescatori è un vero e proprio gioiello, in grado di fare concorrenza alle mete più caratteristiche e suggestive del nostro Paese. Un luogo abitato ancora oggi da famiglie di pescatori, in cui il legame a doppio filo con il lago e il suo ecosistema si ritrova in ogni dettaglio, dalla forma dei balconi, allungata per essiccare il pesce, alle soglie delle abitazioni. Qua, dove tutti gli spostamenti avvengono rigorosamente a piedi, il tempo sembra essersi fermato. Prendere le redini del Verbano è un vero e proprio onore", conclude chef Sacco.

Filippo e Margherita Racchelli, che tramandano da tre generazioni l’arte della ristorazione e dell’accoglienza sul territorio, hanno rilevato l’Hotel Verbano nel 2013 e passeranno ora il testimone alla famiglia Sacco. "Sono molto legata all’Isola, un luogo incredibilmente magico - commenta Margherita Racchelli, amministratore delle società di famiglia - In questi nove anni abbiamo visto aumentare il valore turistico del territorio ma non abbiamo mai perso di vista la qualità e la cura che, uniti ai nostri valori aziendali improntati all’ospitalità, hanno reso il Verbano una struttura ricettiva apprezzata e riconosciuta a livello internazionale. Fedeli alla tradizione familiare siamo ora pronti a sviluppare due nuovi progetti di ristorazione e hotellerie che partiranno tra il 2022 e 2023, senza ovviamente trascurare i nostri tre ristoranti presenti nel pittoresco paese di Feriolo. Siamo felici di questo passaggio che farà crescere ancora di più il fascino di questo angolo di paradiso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo chef Marco Sacco punta sul Lago Maggiore con un nuovo ristorante

NovaraToday è in caricamento