Verbano Cusio Ossola

Lupo morto a Ornavasso, l'autopsia conferma: è stato ucciso da un proiettile

I carabinieri forestali indagano per trovare il responsabile

I lupi sono tornati in Ossola. La buona notizia però non è piaciuta a tutti, tanto che qualcuno ha deciso di sparare ad un esemplare.

Video: Il ritorno dei lupi in Ossola

L'autopsia sul corpo dell'animale trovato morto il 28 dicembre scorso ha confermato che l'uccisione è avvenuta per mano umana. Nella mattinata del 3 febbraio infatti l’equipe della clinica veterinaria di Torino ha eseguito l’esame necroscopico sulla carcassa della giovane lupa. "L’accurata ispezione esterna e interna ha fatto riscontrare un foro di entrata e un foro di uscita di piccolo calibro a livello toracico e una lesione cardiaca - spiegano dall'Ente Parco Val Grande - I Carabinieri forestali del Parco Nazionale Val Grande e la Polizia Provinciale stanno procedendo con gli atti previsti dal codice di procedura penale e con le indagini del caso, essendo l’uccisione di un lupo un reato che prevede pene detentive e pecuniarie. La carcassa, sotto sequestro, rimane in custodia all’Università per ulteriori accertamenti ed esami tra cui alcune indagini tossicologiche e neurologiche".

Prosegue quindi la polemica che si era sollevata tra gli allevatori, preoccupati per le proprie greggi, e chi invece dice che la presenza dei lupi sia un bene, perchè segnala un ambiente montano sano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupo morto a Ornavasso, l'autopsia conferma: è stato ucciso da un proiettile

NovaraToday è in caricamento