rotate-mobile
Domenica, 3 Luglio 2022
Verbano Cusio Ossola

Alpinista svizzero disperso in Val Formazza: trovato senza vita dal Soccorso alpino

L'uomo era partito da Riale per raggiungere il Monte Basodino. Le ricerche sono partite nella notte e si sono concluse domenica mattina, con il ritrovamento del corpo dell'uomo

Un alpinista svizzero è morto dopo essere precipitato durante un'escursione in Val Formazza. Il corpo dell'uomo è stato ritrovato poco dopo le 9 di oggi, domenica 12 giugno. Le ricerche per ritrovarlo erano scattate nella notte, dopo che l'uomo non aveva fatto rientro a casa.

L'allarme del mancato rientro è stato infatti lanciato nella notte dai soccorritori svizzeri della guardia aerea svizzera di soccorso (Rega), il cui elicottero ha in seguito effettuato un sorvolo in modalità notturna senza esito. Le ricerche sono poi proseguite all'alba di oggi: dopo alcune ore, il tecnico del Soccorso alpino, a bordo dell'elicottero del Servizio regionale di elisoccorso, ha individuato il corpo dell'escursionista lungo la cresta del Pizzo Cavergno, da cui era precipitato.

Dopo la constatazione del decesso da parte del medico dell'equipe del 118 e con la collaborazione del Sagf, il Soccoso alpino ha recuperato il corpo senza vita dell'uomo e lo ha consegnato ai carabinieri per le operazioni di polizia giudiziaria.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del Soccorso alpino e speleologico, il Soccorso alpino della guardia di finanza, i vigili del fuoco, l'elicottero del 118 e i carabinieri, oltre alla guardia aerea svizzera di soccorso. 

Secondo le prime informazioni, l'alpinista era partito ieri, sabato 11 giugno, da Riale, dove aveva lasciato l'auto, per raggiungere il Monte Basodino, passando dal Kastelhorn e dal Pizzo Cavergno. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alpinista svizzero disperso in Val Formazza: trovato senza vita dal Soccorso alpino

NovaraToday è in caricamento