Verbano Cusio OssolaToday

Verbania, quasi terminati i lavori per il Movicentro alla stazione di Fondotoce

Terminati entro l'anno

Si stanno completando i lavori per il Movicentro alla stazione di Fondotoce.

Entro l’anno vedrà la luce un’opera importante per la Città di Verbania e per tutto il territorio provinciale; un’opera che si sta concludendo grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale di Verbania, guidata dal Sindaco Silvia Marchionini, che ha preso in mano negli anni scorsi i lavori e relativi impegni finanziari, per portare a termine questo porgetto dopo molti anni di stallo.

Dopo il primo lotto che ha visto i lavori per l’innalzamento del marciapiede su tutta l'estensione del binario, il nuovo sottopassaggio, la sala di attesa e l'ascensore che arriva al binario, si stanno concludendo gli interventi del secondo lotto che vede la costruzione del Movicentro con il parcheggio esterno coperto a tre livelli, con 203 posti auto e 16 per le moto, oltre a diventare la zona di passaggio e sosta degli autobus.

L’opera in totale ha visto un impegno di spesa di 4 milioni e 505 mila euro, con il secondo lotto di 2 milioni e 600 mila euro finanziato grazie dalla partecipazione del Comune di Verbania al Bando Periferie dei Governi Renzi/Gentiloni.

“Con il completamento del Movicentro – afferma Silvia Marchionini - e nei prossimi mesi anche dei lavori della pista ciclo pedonale sino a Suna, le nuove spiagge, il nuovo parcheggio e il rifacimento di piazza Adua a Fondotoce, completiamo una imponente opera di trasformazione della porta d’ingresso della città”.
Ricordiamo che il progetto del Movicentro, voluto dalla Provincia del VCO, risale ai primi anni duemila e questioni burocratiche e mancanza di fondi avevano bloccato i lavori. Solo grazie all’intervento dell’Amministrazione Comunale di Verbania e all'impegno del 3° dipartimento Settore opere pubbliche del Comune, in questi anni si è riusciti a far ripartire i lavori e a completarli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento