rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Verbano Cusio Ossola

Caldo anomalo a settembre, sul Lago Maggiore "notte tropicale" con temperature record

Temperature minime notturne superiori ai 20° e schiuma nel lago. Che cos'è la "notte tropicale"

A Verbania c'è stata una "notte tropicale" fuori stagione.

No, non si tratta di una festa a tema organizzata sul lungolago, ma di un'anomala ondata di calore che si è registrata sulle sponde del Maggiore.

Che cos'è la "notte tropicale"

Con il termine "notte tropicale" in meteorologia si intende una notte in cui le temperature minime non scendono al di sotto dei 20°C. Il termine nasce nelle regioni del centro-nord Europa, dove è raro che, al calar del sole, le temperature rimangano così elevate.

Alle nostre latitudini è un fenomeno abbastanza comune in estate, in particolare nel mese di luglio, ma è rarissimo che accada a settembre, quando le notti iniziano a diventare più fresche.

La "notte tropicale" sul Lago Maggiore

A Verbania però, nella notte tra sabato 14 e domenica 15, si è verificata questa anomalia termica: la colonnina di mercurio non è mai scesa sotto i 20,01°C. Tutta la zona del Maggiore è stata interessata dal fenomeno, tanto che negli archivi del centro meteorologico di Lugano non si ha traccia di una "notte tropicale" a settembre dal 1864. 

Il caldo anomalo ha anche provocato una schiuma bianca sulla superficie del lago: la colpa non è degli scarichi industriali, come subito si era temuto, ma dai controlli di Arpa è emerso che si tratta un prodotto della decomposizione delle alghe sott'acqua dovuta alle elevate temperature. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo anomalo a settembre, sul Lago Maggiore "notte tropicale" con temperature record

NovaraToday è in caricamento