rotate-mobile
Verbano Cusio Ossola

Precipita un ultraleggero, morto il capitano delle Frecce Tricolori Ghersi

Alessio Ghersi si trovava in Friuli. Con lui ha perso la vita un'altra persona

Tragedia in Alta Val Torre nella zona di Lusevera in Friuli. Nel tardo pomeriggio di ieri, sabato 29 aprile, è precitato un ultraleggero che era decollato da Campoformido. Due le persone morte carbonizzate, fra cui Alessio Ghersi, il capitano delle Frecce Tricolori di Domodossola. Il dramma si è consumato intorno alle 18.30, secondo le prime ricostruzioni il velivolo, un Pioneer 300 marche I-8548, sarebbe precipitato avvolto in una nuvola di fumo.

Ghersi aveva 34 anni e attualmente era secondo gregario destro, Pony 5, all'interno della formazione delle Frecce Tricolori. Come riporta in una nota l'Aeronautica Militare, Ghersi era entrato in Aeronautica Militare nel 2007 con il Corso Ibis V dell’Accademia Aeronautica. Dopo le scuole di volo era stato assegnato al 4° Stormo di Grosseto, dove aveva conseguito la qualifica di pilota combat ready sul velivolo Eurofighter, svolgendo attività di difesa aerea sia in ambito nazionale sia in missioni Nato. Selezionato successivamente per le Frecce Tricolori, avrebbe a breve preso parte alla sua quinta stagione acrobatica con la Pattuglia Acrobatica Nazionale.

L’Aeronautica, nell’esprimere un profondo cordoglio, ha sospeso il tradizionale evento di conclusione del periodo di addestramento della formazione che si sarebbe dovuto svolgere domani, lunedì primo maggio, a Rivolto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipita un ultraleggero, morto il capitano delle Frecce Tricolori Ghersi

NovaraToday è in caricamento