Venerdì, 25 Giugno 2021
Verbano Cusio Ossola

Prostituzione, fermata una rete con appartamenti in tutto il nord Italia: la base era a Stresa

In manette un milanese, che aveva affittato 21 appartamenti tra Piemonte, Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna. In fuga invece la donna cinese che "gestiva" le ragazze

Foto di repertorio

Un giro di prostituzione con ragazze cinesi che si estendeva tra Piemonte, Liguria, Lombardia ed Emilia Romagna.

Grazie alle indagini partite dalla questura di Verbania una vera e propria rete di prostitute diffusa in tutto il nord Italia è stata smantellata nelle scorse ore. In manette è finito un cittadino italiano di 55 anni, O.V., residente nell'hinterland milanese, mentre è in fuga una cittadina cinese di 54 anni, Z.L. Per entrambi le accuse sono di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, oltre che per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Gli appartamenti sospetti

Le indagini sono partite da Stresa, dove alcuni cittadini hanno segnalato uno strano via vai in un appartamento: la squadra mobile della questura di Verbania ha effettuato controlli e verifiche, anche sui canali pubblicitari utilizzati generalmente per promuovere la prostituzione di donne cinesi, e ha effettuato una perquisizione nell'appartamento, che è risultato affittato dal milanese O.V. É parso quindi chiaro che nell'appartamento diverse ragazze, tutte cinesi, si prostituivano.

Sono così partite le indagini, che hanno portato a scoprire che il milanese aveva affittato ben 21 appartamenti in tutto il nord Italia, sempre a bassi prezzi e vicino alla stazione, in particolare tra Stresa, Torino e Mondovì, ma anche nel milanese, in Liguria e a Ferrara. Sono scattate quindi le perquisizioni che hanno rivelato che in quegli appartamenti vivevano ragazze di origine cinese, molte irregolari in Italia, che si prostituivano. Gli agenti sono risaliti anche a Z.L., la donna cinese che veniva identificata come una vera e propria mama san e che si occupava di controllare le "nuove" ragazze e di coordinare gli spostamenti. 

Gli arresti e la fuga

O.V. è stato arrestato nella mattinata del 31 marzo dalla polizia di Verbania nella sua casa alla periferia di Milano e attualmente si trova nel carcere di Monza, mentre non c'è traccia della mama san Z.L., che risulta irrepribile in Italia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituzione, fermata una rete con appartamenti in tutto il nord Italia: la base era a Stresa

NovaraToday è in caricamento