menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le operazioni di recupero

Le operazioni di recupero

Premosello, ultimate le operazioni di recupero degli ovini morti nella piena del Toce

In tre giorni sono state recuperate 970 carcasse di percore e capre

Si sono concluse ieri, giovedì 8 ottobre, a Premosello Chiovenda le operazioni di recupero delle carcasse delle pecore e delle capre uccise dalla piena del Toce. Gli animali sono annegati durante l'alluvione che ha colpito il Vco, e il Piemonte, tra il 2 e il 3 ottobre.

Secondo quanto comunicato dal Comune su Facebook, in tre giorni sono state recuperate, nella zona del Bosco Tenso, 970 carcasse: "Un'operazione di recupero e di protezione civile, con il servizio veterinario, tra le più importanti mai avvenute in Piemonte - ha spiegato il sindaco Giuseppe Monti - per la particolarità del territorio e del fatto che le bestie sono disseminate su una superficie molto vasta. Le operazioni sono state ultimate, non si esclude nei prossimi giorni qualche ulteriore segnalazione di altre carcasse in ordine sparso non accertate, qualora ciò avvenisse si è pregati di contattare il servizio veterinario, il Comune, oppure i carabinieri forestali di Piedimulera".

Alle operazioni di recupero hanno partecipato, e collaborato, l'Asl Vco, l'Asl interzonale di Alessandria, Novara, Cuneo, i carabinieri forestali, la protezione civile di Premosello e del Coordinamento provinciale, la ditta Pella Legnami, oltre agli operai e ai tecnici comunali: "Il coordinamento di varie realtà - ha sottolineato il sindaco - ha permesso la risoluzione in tempi brevi di una problematica complessa di igiene e sanità pubblica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte verso la zona gialla: le nuove regole

Attualità

Autostrada, chiuso lo svincolo di Novara tra la A4 e la A26

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento