rotate-mobile
Verbano Cusio Ossola

Ruba 2.900 euro ad un ospite di una casa protetta, denunciata Oss 48enne

La donna nel tempo ha effettuato molteplici prelievi non autorizzati con il bancomat dell'uomo

Utilizzava il bancomat di un 60enne ospite di una casa protetta senza autorizzazione.

L'autrice del furto è una 48enne residente nel verbano e operatrice socio sanitaria nella struttura di Cannobio dove risiede l'uomo che nel tempo ha effettuato 11 indebiti prelievi per un totale di 2.900 euro.

Ad accorgersi dei prelievi non autorizzati è stato l'amministratore di sostegno del 60enne che lo scorso agosto si è rivolto ai carabiniere della Stazione di Cannobio.

Secondo la ricostruzione dei militari il bancomat era a disposizione di tutto il personale che assisteva l’uomo, per provvedere alle sue esigenze, e tutte le operazioni venivano indicate su un apposito registro con il nome dell’operatore che aveva eseguito il pagamento.

I carabinieri hanno dunque incrociato le date e gli orari delle operazioni indicate negli estratti conto con i turni del personale e in questo modo sono riusciti ad individuare l’unica operatrice sempre presente quando la carta veniva usata illecitamente. 

La donna, interrogata dai militari, ha ammesso di aver utilizzato la carta, giustificando il furto con un bisogno di soldi in un momento di difficoltà economica e familiare ma di non ricordare l’ammontare dei prelievi effettuati.

I carabinieri di Cannobio le hanno contestato 11 indebiti prelievi per un totale di 2.900 euro denunciandola alla Procura della Repubblica di Verbania per indebito utilizzo di strumenti di pagamento e furto aggravato.

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba 2.900 euro ad un ospite di una casa protetta, denunciata Oss 48enne

NovaraToday è in caricamento