rotate-mobile
Verbano Cusio Ossola

Stresa, vaga in stato confusionale: nello zaino diverse dosi di "droga dello stupro"

Il giovane svizzero aveva assunto la sua stessa droga e non si ricordava nulla

"Zollette magiche" nello zaino e confusione più totale.

É stato fermato a Stresa un 22enne svizzero che vagava tra gli hotel in cerca di una stanza: gli albergatori, vedendo il suo stato, hanno chiamato il 112. I carabinieri di Stresa lo hanno rintracciato nella zona del lungolago. Il giovane, residente a Losanna, non era in grado di spiegare come fosse arrivato a Stresa.

Durante i controlli i militari hanno trovato nel suo zaino 35 gammi di "zollette magiche": si tratta di zollette di zucchero imbevuto di un allucinogeno, presumibilmente un derivato dell'lsd, che assunto insieme all'alcol provoca amnesie. Questa sostanza viene chiamata anche "droga dello stupro" perchè viene sciolta nei bicchieri delle vittime, che poi non ricordano nulla di quello che è successo.

Il 22enne, che evidentemente aveva assunto la sua stessa droga, nello zaino aveva anche 150 euro in contanti. Ora si trova in carcere in attesa dell'udienza di convalida. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stresa, vaga in stato confusionale: nello zaino diverse dosi di "droga dello stupro"

NovaraToday è in caricamento