Verbano Cusio Ossola

Tragedia del Mottarone, chiesto il rinvio a giudizio per i sei indagati

Depositata la richiesta della Procura di Verbania. Chiesto il processo anche le due società coinvolte, Ferrovie del Mottarone e Leitner

Otto rinvii a giudizio per la tragedia del Mottarone, in cui, il 23 maggio del 2021, persero la vita 14 persone: è questa la richiesta depositata dalla Procura della Repubblica di Verbania, che ha chiesto il processo per sei persone e due società.

Gli indagati

La chiusura delle indagini era arrivata lo scorso maggio, pochi giorni prima del secondo anniversario della strage. Ora la Procura ha richiesto il processo per Luigi Nerini, titolare della società che gestiva l'impianto (Ferrovie del Mottarone), Gabriele Tadini, capo servizio dell'impianto, Enrico Perocchio, direttore di esercizio, oltre ai vertici della Leitner, società che si occupava della manutenzione dell'impianto, Anton Seeber, presidente del consiglio di amministrazione, Martin Leitner, consigliere delegato, e Peter Rabanser, responsabile degli aspetti di sicurezza.

I sei sono accusati a vario titolo di attentato alla sicurezza dei trasporti, rimozione o omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, disastro colposo, omicidio plurimo colposo, lesioni colpose gravissime. Per Tadini e Perocchio contestata anche l'accusa di falso. Le due società, Ferrovie del Mottarone e Leitner, dovranno invece rispondere di illeciti amministrativi.

Per gli altri indagati, tutti tecnici e titolari delle ditte che si erano occupate della manutenzione in subappalto era già stata chiesta l'archiviazione a maggio, con la chiusura delle indagini preliminari. Sulla base delle perizie infatti non ci sarebbero "elementi di responsabilità a loro carico nella causazione del disastro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia del Mottarone, chiesto il rinvio a giudizio per i sei indagati
NovaraToday è in caricamento