Vercelli: "L'uomo che ha dato fuoco a Simona non era il suo ex ma uno stalker"

La donna è ancora in gravissime condizioni, mentre l'aggressore rimane in carcere

L'auto incendiata. Nel riquadro Simona Rocca

Ha ustioni sul 45% del corpo Simona Rocca, la donna che è stata inseguita, speronata e bruciata nella sua auto mentre stava andando al lavoro.

La vicenda, accaduta a Vercelli lunedì 4 febbraio: Simona, 40 anni, ora si trova al Cto di Torino, mentre il suo aggressore, Mario D'Uonno, 54 anni, è in carcere a Novara, dove si è costituito.

"Non era l'ex"

"Non era il suo ex fidanzato, ma un uomo che la perseguitava". Così dice un'amica alla redazione di NovaraToday.it. "Lei lo aveva già denunciato più volte nel corso dell'ultimo anno per stalking. Lui faceva la guardia giurata e aveva conosciuto Simona sul posto di lavoro, all'Oviesse di Vercelli, e si era invaghito di lei". La polizia di Novara conferma che l'uomo era già stato denunciato da Simona più volte negli ultimi mesi perchè la perseguitava. Tra pochi giorni sarebbe dovuto iniziare il processo contro di lui per stalking. 

Video: a Pomeriggio 5 la cugina conferma: "É stato rifiutato e ha perso la testa"

L'aggressione

Mario D'Uonno avrebbe quindi atteso che Simona uscisse di casa per andare al lavoro e l'avrebbe seguita. Una volta arrivati nel parcheggio del centro commerciale avrebbe speronato l'auto della donna, poi sarebbe sceso e, mentre lei spaventata si è chiusa dentro l'auto, ha preso del liquido infiammabile e ha dato fuoco al veicolo per poi scappare e costituirsi alla Questura di Novara. 

Sul posto sono immediatamente arrivati i vigili del fuoco e il 118: la donna è stata prima portata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli e poi trasferita al Cto di Torino. Ha ustioni sul 45% del corpo, in particolare sul volto, sul collo e sulle gambe.

I commenti e la fiaccolata

Per dimostrare solidarietà alla donna aggredita ci sarà a Vercelli una fiaccolata organizzata dal gruppo Facebook "Sei di Vercelli se...". "Lo facciamo per la nostra giovane concittadina Simona Rocca colpita da un grave atto di violenza" scrivono gli organizzatori. La fiaccolata partirà alle 21 da corso Libertà. 

La vicenda, particolarmente brutale, ha colpito molto l'opinione pubblica. Il vice premier Matteo Salvini ha commentato "Sto seguendo personalmente la vicenda di Vercelli, l'ennesimo episodio gravissimo e indegno di violenza contro le donne. Spero che il Parlamento approvi al più presto il Codice rosso per le denunce delle donne che si sentono minacciate o molestate, e mi auguro che il responsabile paghi severamente, senza sconti e con il massimo della pena".

salvini-3

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di daniele
    daniele

    Purtroppo questi individui si fronteggiano sempre con miti persone, quale l'essere femminile. Donne indifese, sole nei loro drammi, impattanti queste bestie maschili chiamati uomini innamorati.  Esseri spavaldi, arroganti; in cui la loro forza si quintuplica nell' affrontare la natura indifesa di una donna, di una moglie, di una mamma. Esseri rafforzati nel loro credo, che niente e nessuno gli fermerà. Gli va sempre bene, perchè trovano  una controparte indifesa, la cui sola forza reattiva è rivolgersi alla pubblica autorità. Questa niente puo' fare oltre i termini le vigenti  leggi o applicare le miti ordinanze giudiziarie. Purtroppo a questi individui delle vigenti norme o dell'autorità, nella figura delle Forze dell'Ordine, niente gli frega; perchè nel loro imperioso io,  sono e si sentono invincibili e incontrastabili.  A  questa invincibilità, cui niente pone timore o ostacolo, ci vorrrebe una legge autoctona, questa non scritta ma ben conosciuta e rispolverata per tali episodi.  E' una legge dal confronto diretto, come avviene in certe parti del suolo italico, questo a lattitudini tipicamente meridionali. Luoghi in cui ai primi episodi di distrurbo (quale persecuzione o stalking e altro), questi  individui si confrontano con  i  familiari diretti ( fratelli o parenti ) della protagonista disturbata, o indiretti; quali gli amici di famiglia. Tutto senza Clamori, Pubblicità o pubblica Denuncia !!!

  • al Bastardo che ha compiuto questo crimine infame auguro di trovare in carcere una buon anima che lo spelli vivo ... Bastardo devi morire!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Novara, entra al supermercato con una pistola ad aria compressa

  • Cronaca

    Castelletto Ticino, spaccata al negozio di cellulari: rubati migliaia di euro in smartphone

  • Verbano Cusio Ossola

    Anziana in contromano in superstrada: fermata dopo un inseguimento

  • Incidenti stradali

    Incidente a Omegna, camper sbanda e abbatte i pali della luce

I più letti della settimana

  • Gozzano, 13enne colpito da una pallonata al petto va in arresto cardiaco: è gravissimo

  • Medico di Borgomanero brevetta gli occhiali che individuano i tumori al cavo orale

  • "Ti abbiamo ripreso mentre eri su un sito porno, dacci dei soldi o diffondiamo il video"

  • Assalto al Monopolio di Novara: sfondano l'ingresso con un tir e rubano migliaia di euro di sigarette

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara: scontro fra moto e auto in viale Curtatone, ferito il centauro

Torna su
NovaraToday è in caricamento