Il Comune assicura: la piscina di via Solferino aprirà per l'estate

La piscina, a due passi dal centro storico, rischia di rimanere chiusa perchè la società che la gestisce non riesce a sostenere le spese

"La piscina di via Solferino non chiuderà": queste le parole dell'assessore allo sport Federico Perugini sulla questione dell'impianto sportivo a due passi dal centro storico di Novara.

La piscina era gestita dalla Libertas nuoto, che però ha chiesto di rinunciare alla concessione per le spese troppo elevate. Secondo la società, infatti, negli ultimi anni c'è stato un calo degli incassi, a fronte di un canone sempre uguale. La colpa sarebbe dei parcheggi a pagamento nella zona, che hanno spinto molti novaresi a non andare a nuotare in via Solferino. Inoltre l'impianto ha bisogno di alcuni lavori di sistemazione, come l'impermeabilizzazione degli spogliatoi e il rifacimento della ex casa del custode, inutilizzata da anni.

"La piscina non può e non deve chiudere - ha spiegato Perugini - perchè è l'unica in cui i novaresi possono andare a nuotare in estate. La vasca olimpionica interna dello Sporting, infatti, non può restare aperta in contemporanea con quella esterna, che però non è adatta per chi si vuole allenare. La Libertas ci ha comunicato i problemi di via Solferino a gennaio e poi la rinuncia a febbraio: da allora siamo al lavoro per trovare una soluzione al problema".

"Il calo degli incassi del 25% è dovuto all'introduzione del piano dei parcheggi Musa, secondo Libertas - prosegue Perugini - verificheremo se è vero e proveremo a trovare un accordo con la società. Per quanto riguarda i lavori invece, secondo i sopralluoghi dei tecnici comunali sono necessari ma non indispensabili: non ci sono problemi per la sicurezza, quindi saranno rimandati. Purtroppo le risorse comunali non sono infinite: avevamo stanziato 250mila euro per gli impianti sportivi, frutto di oneri di urbanizzazione, ma sono sopraggiunte emergenze, come la messa in sicurezza del Pala Dal Lago, e non solo, che ci hanno costretti ad usarne una gran parte".

Quindi lavori rimandati e canone ribassato, nel caso ci siano gli estremi legali per farlo, per permettere alla Libertas nuoto di mantenere la gestione. "Se la Libertas non accettasse faremo un altro bando: sono certo che ci saranno altre società disposte a gestire la piscina di via Solferino" conclude Perugini. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Assalto nella notte alla San Paolo a Trecate: i ladri fanno esplodere il bancomat

  • Cronaca

    Fiamme in autostrada: camion prende fuoco sulla Torino-Milano

  • Cronaca

    Omicidio di Ghemme, uccise la compagna a coltellate: condannato a 30 anni

  • Cronaca

    Cadavere mummificato trovato in casa, era morto da mesi

I più letti della settimana

  • Novara, meccanico prova la Ferrari di un cliente e finisce in una risaia

  • Contestazioni Novara calcio, la polizia carica i tifosi

  • Incidente in corso della Vittoria, ciclista travolto alla rotonda dell'Esselunga

  • Supermercati Tigros, decine di posizioni aperte: come candidarsi

  • Borgomanero: stroncato a 53 anni da leucemia fulminante

  • Cosa fare in città: tutti gli appuntamenti del fine settimana del 21 e 22 aprile

Torna su
NovaraToday è in caricamento