Novara, al via la demolizione della Ego di Veveri

Al suo posto non sorgerà Ikea, ma una serie di attività produttive

Come molti novaresi avranno notato è partita la demolizione dell'ex Ego a Veveri.

Anche se inizialmente si era parlato dell'arrivo del punto vendita Ikea, l'area sarà destinata a ospitare nuovi insediamenti produttivi nella zona. "Un intervento che contribuirà al processo di  trasformazione già in corso a Veveri. Di quattro lotti previsti dal nostro progetto – spiega Elena Malquati di Malquati Real Estate, che sta coordinando l'intera operazione – uno è già stato venduto a un'azienda locale e su un secondo
è già in corso una trattativa con un'imprenditrice del territorio". 

Lo storico stabilimento per la produzione di resistenze e componenti meccanici per forni e frigoriferi era ormai in disuso da anni. Prima della chiusura, l'azienda ha ceduto alla nuova proprietà i brevetti e gli immobili. "L'attuale proprietà ha tentato di vendere a lungo, affidandosi ad altre realtà, ma senza ottenere riscontri. L’area, così come si presenta, non era più appetibile per il mercato, perché gli edifici presenti non risultano conformi agli standard produttivi richiesti oggi – spiega Elena Malquati – Noi lo abbiamo analizzato a fondo, pensando a una serie di sviluppi futuri, in base ai quali lo abbiamo reinterpretato, proponendo un progetto ideato da Reinventa, la business unit di MalquatI Real Estate dedicata alla rigenerazione urbana. La demolizione è stata preceduta, nei mesi scorsi, dalle attività di smantellamento degli arredi interni e dell'archivio, oltre che dalla rimozione delle cisterne interrate. Successivamente l’area sarà frazionata in lotti variabili fra i 6.000 e i 7.000 metri quadri. Il nostro progetto ha predisposto un totale di quattro lotti – continua Elena Malquati – Al momento ne restano ancora disponibili due".

ego_planimetria progetto-2

"È un progetto a cui teniamo molto, anche perché contribuirà a ridefinire ulteriormente il nuovo volto di Veveri – commenta Malquati - Una zona di Novara che negli ultimi anni sta vivendo un processo di cambiamento importante: a partire dal restyling di via Verbano, fino all'insediamento del polo commerciale, nei pressi del quale è prevista la costruzione del centro cottura per le mense scolastiche. Senza dimenticare i futuri sviluppi urbanistici che interesseranno l'ex sede delle Officine grafiche di corso della Vittoria e l'area commerciale al confine con il territorio di Cameri, che ospitava la discoteca Jambo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Davide
    Davide

    Che occasione persa per IKEA e per noi tutti. Ne sarebbe sorto un ottimo centro IKEA, che avrebbe abbracciato  clienti da Domodossola, al Vercellese fino alla Bassa Lomellina. Peccato, dovremmo recarci ancora in quel del centro IKEA di Milano. Tutto questo, fra traffico, autorstrada e costi carburante. Ripeto che occasione persa, sicuramente non vi è stato accordo fra le parti....chissà chi ha tirato troppo la corda....ora spezzata !!!!  

  • Avatar anonimo di Alessandro Granatelli
    Alessandro Granatelli

    Perfavore basta centri commerciali!! 

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Novara, in casa aveva 10 chili di droga e 7mila euro in contanti: arrestato

  • Cronaca

    Novara, 33enne in manette per droga: sequestrati due chili di cocaina

  • Cronaca

    Cantante romano arrestato a Novara: è accusato di rapina aggravata

  • Verbano Cusio Ossola

    Camion in fiamme a Feriolo, Statale 34 bloccata

I più letti della settimana

  • Verbania, si sente male e muore a soli 22 anni

  • Bellinzago, schianto sulla pista da motocross: 23enne gravissimo in ospedale

  • All'outlet di Vicolungo apre "Antonino: Il Banco di Cannavacciuolo"

  • Novara: entra a casa della ex, lei chiama la polizia ma lui le strappa il telefono

  • Novara, picchia e tenta di accoltellare il padre

  • Viene colpito violentemente da un ramo: agricoltore muore al pronto soccorso

Torna su
NovaraToday è in caricamento