Omicidio del piccolo Leonardo, il compagno della madre tenta il suicidio in carcere

Nicolas Musi ha cercato di impiccarsi. É stato salvato dalla polizia penitenziaria

Ha tentato il suicidio in carcere Nicolas Musi, l'uomo accusato omicidio volontario pluriaggravato di Leonardo Deini Russo insieme alla madre del piccolo, Gaia.

Il tentato suicidio in carcere

L'Osapp, Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria, conferma la notizia: Musi, 23 anni, verso la mezzanotte di martedì 28 maggio ha cercato di impiccarsi in carcere, dove era detenuto con l'accusa di aver ucciso il figlio della sua compagna. Musi ha annodato una striscia di lenzuolo e l'ha legata alle sbarre della propria cella. I poliziotti penitenziari si sono accorti del gesto e sono riusciti, in extremis, a salvarlo. 

Il video del fermo della madre e del compagno

L'arresto e la detenzione

Musi si trova in carcere dalla sera di venerdì 24, quando è stato fermato insieme a Gaia Deini Russo per l'omicidio del piccolo Leonardo. Lei si trova in una struttura protetta agli arresti domiciliari, dato che è incinta, mentre lui era stato portato in isolamento al carcere di Novara. "Non ho alzato io le mani su Leonardo" avrebbe detto la madre durante l'interrogatorio con il gip Raffaella Zappatini. La madre avrebbe detto di non essere stata lei a picchiare il figlio di 20 mesi, morto a causa delle violente percosse subite. Non avrebbe però nemmeno accusato apertamente il suo compagno, Nicolas Musi, che si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Le parole della nonna: "Se avessi saputo non ti avrei mai lasciato"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I funerali di Leonardo

Nella giornata di martedì 28 maggio sono stati celebrati i funerali del piccolo Leo. Durante il funerale, iniziato alle 14 di martedì 28 maggio in Duomo, quasi tutti i negozi del centro storico hanno osservato il lutto cittadino, abbassando le serrande. Nella serata di lunedì 27 invece si è svolta la fiaccolata, durante la quale ci sono stati attimi di tensione con la famiglia della madre di Leonardo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie per gli addetti alla vendita e raccomandate per chi fa la spesa

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

  • Coronavirus, cauto ottimismo dal Maggiore di Novara: in Piemonte 9.418 i casi

Torna su
NovaraToday è in caricamento