Tangenti e corruzione, la giunta per le autorizzazioni dice sì all'arresto di Sozzani

Intanto Andrea Gallina è tornato in libertà

La giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera ha detto sì alla richiesta di arresto per Diego Sozzani.

L'ex presidente della provincia di Novara, deputato per Forza Italia, è stato coinvolto nella maxi inchiesta su tangenti e corruzione detta "Mensa dei poveri". Lo scorso maggio per Sozzani era stato chiesto l'arresto, ma essendo un onorevole l'autorizzazione deve passare attraverso un iter. La giunta per le autorizzazioni ha votato nella tarda serata di mercoledì 31 luglio, con voti favorevoli dei membri della commissione di Pd e 5 Stelle e i contrari del centrodestra, autorizzando così il passaggio successivo, ossia la votazione dell'aula. La palla passa quindi alla Camera, che a settembre dovrà decidere se negare o confermare l'autorizzazione all'arresto di Sozzani.

La stessa giunta per le autorizzazioni poco più di una settimana fa aveva negato, sulla stessa vicenda, il permesso all'utilizzo delle intercettazioni che riguardavano proprio Sozzani. 

Nel frattempo l'ex presidente di Acqua Novara Vco, Andrea Gallina, ha ottenuto la revoca degli arresti domiciliari in cui si trovava dal mese di maggio per un appalto da 6 milioni di euro che riguardava gli impianti fognari novaresi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricetta della paniscia novarese

  • Incidente sul lavoro a Novara, operaio cade dal ponteggio: morto sul colpo

  • Incidente sul lavoro a Novara, si indaga per capire perchè sia caduto dal ponteggio l'operaio

  • Cosa fare in città: gli appuntamenti del fine settimana del 7 e 8 dicembre

  • Novara, giravano in auto per le vie della città controllando le case: nel bagagliaio trovati arnesi da scasso

  • Incidente a Castellazzo: perdono il controllo dell'auto e si ribaltano nel canale

Torna su
NovaraToday è in caricamento