Università: dalla Fondazione Intesa San Paolo 20 borse di studio per gli studenti Upo in difficoltà

Il fondo messo a disposizione dalla Fondazione ammonta a 30mila euro ed è stato destinato a studenti regolarmente iscritti all'anno accademico 2019/2020 non beneficiari di altre borse

Foto di repertorio

La Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus ha assegnato 20 borse di studio a studenti dell’Università del Piemonte Orientale. Il fondo messo a disposizione dalla Fondazione ammonta a 30mila euro ed è stato destinato a studenti regolarmente iscritti all’anno accademico 2019/2020, non beneficiari di altre borse, che si trovano in comprovate situazioni di svantaggio economico, personale e familiare.

Le 20 borse di studio, di 1500 euro ciascuna, sono state conferite a 16 studenti italiani e 4 stranieri (extra Ue); in particolare ne hanno beneficiato 14 studenti iscritti a corsi di laurea triennale, 4 iscritti a un corso di laurea magistrale a ciclo unico e 2 iscritti a un corso di laurea magistrale.

I 20 beneficiari, 15 studentesse e 5 studenti, sono stati individuati da una commissione mista, composta dal presidente della Fondazione dott. Claudio Angelo Graziano, dal prof. Davide Porporato, delegato del Rettore per il diritto allo studio, e dalla dott.ssa Marina Merlo, responsabile del Settore didattica e servizi agli studenti dell’Ateneo. Per far fronte alle esigenze di tutela della salute la commissione ha deciso di non procedere alla cerimonia pubblica in presenza, optando per il trasferimento immediato dei fondi agli studenti, anche per dare un aiuto concreto e immediato alle famiglie in questo momento di grande difficoltà economica.

"Il supporto della Fondazione Intesa Sanpaolo è giunto provvidenziale in questo periodo in cui stiamo cercando di arginare gli effetti sociali della pandemia, ma non solo- ha commentato il Rettore dell’Upo prof. Gian Carlo Avanzi - Nell’anno accademico appena concluso abbiamo sofferto una fortissima riduzione di borse di studio da parte dell’Ente per il diritto allo studio universitario del Piemonte, che di fatto ha penalizzato studentesse e studenti di talento. Queste borse Fispo hanno portato ossigeno inatteso e permesso a venti giovani di proseguire nel loro disegno di vita; l’Upo ringrazia e garantisce un corrispettivo in termini di formazione di alta qualità".

Tra le finalità della Fondazione Intesa Sanpaolo Onlus sono infatti previsti anche interventi a favore dell'istruzione, dell'arte e della cultura, con particolare riguardo a situazioni di difficoltà e disagio. In questo senso la Fondazione ha sviluppato da diversi anni collaborazioni con più di 40 Atenei, elargendo quasi 2500 contributi di studio a favore di studenti in condizioni di svantaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci rende particolarmente orgogliosi avere la possibilità di accompagnare al successo formativo studenti in difficoltà - ha dichiarato il presidente della Fondazione dott. Claudio Angelo Graziano - Favorire il diritto allo studio di giovani in condizioni economiche e familiari
svantaggiate non rappresenta solo un concreto segnale di attenzione, di vicinanza e di sensibilità sociale ma anche un mezzo per contribuire a realizzare un vero e proprio investimento a favore dell’intera società".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Didattica a distanza, la lettera della Provincia ai presidi

  • Coronavirus, a Verbania sospesi i corsi in presenza dell'Università della terza età

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento