Salute

Test degli anticorpi al Coronavirus: quando e perché farlo

Come funzionano i test degli anticorpi al Coronavirus

Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

I test del livello di anticorpi anti Covid-19 sono esami sierologici che permettono di verificare e monitorare la presenza di anticorpi specifici contro il Coronavirus. 

Il test è molto utile, sia per chi deve fare il vaccino ed in passato ha già contratto il virus, sia per chi è già stato vaccinato e vuole conoscere la quantità di anticorpi presenti nell'organismo e dunque la propria immunità al virus.

I test degli anticorpi, eseguibili tramite prelievo del sangue, sono tre: 

  • test quantitativo anticorpi totali (igG / IgM / IgA) anti RBD
  • test quantitativo anticorpi IgG
  • test quatitativo anticorpi IgM

Test quantitativo degli anticorpi totali 

Il test misura il dosaggio quantitativo degli anticorpi totali  (IgG, IgA, IgM) anti-RBD (Receptor Binding Domain) della proteina Spike, ovvero gli anticorpi che impediscono alla proteina Spike del nuovo Coronavirus di legarsi alle cellule umane e di sviluppare la malattia.

Questo test non dà rivela quando è stata contratta la malattia, ma permette di sapere qual è il grado di immunizzazione, sia dopo una pregressa infezione, sia dopo il vaccino anti Covid-19, entrambi fatti almeno 3 settimane o 1 mese prima.

Test quantitativo degli anticorpi IgG

L’esame misura la quantità degli anticorpi IgG specifici anti proteina Spike del Coronavirus ed identifica la risposta immunitaria acquisita naturalmente, dopo infezione pregressa o tramite vaccinazione.

Test quantitativo degli anticorpi IgM

Questo esame dosa la quantità nel sangue di anticorpi IgM specifici anti proteina Spike del Coronavirus ed è in grado di identificare i pazienti con risposta immunitaria correlata ad infezione recente o in atto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test degli anticorpi al Coronavirus: quando e perché farlo

NovaraToday è in caricamento