rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica

De Grandis a Ballarè: "da Pifferaio Magico" a "Vampiro" il passo è breve

"Ci vuole il coraggio di promettere cose concrete. E di realizzarle.Siamo stanchi di politici che saltano da una poltrona all'altra lasciando agli atti solo le loro parole. Persone che scaldano seggiole in attesa di occupare poltrone"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Da "Pifferaio Magico" a "Vampiro" il passo è breve. Promesse non mantenute- tasse-tagli: una storia tutta novarese.

Ci vuole il coraggio di promettere cose concrete. E di realizzarle. Siamo stanchi di politici che saltano da una poltrona all'altra lasciando agli atti solo le loro parole. Personeche scaldano seggiole in attesa di occupare poltrone, mai disponibili a mettersi in gioco fino in fondo." 

Estratto dal programma elettorale del Sindaco Andrea Ballarè del 2011:

Vi ricordate? Così si presentava agli elettori nel 2011 il Sindaco di Novara Andrea Ballarè. Quel candidato di Sinistra che uscì vincente dal ballottaggio dopo anni di vittorie nette del centro-destra. Il Sindaco del cambiamento che usava come slogan “il futuro è adesso” e ha fatto tante promesse, promesse importanti. Eccone alcune...

"Abolizione della figura degli ausiliari della sosta che si occupano unicamente di fare multe, e loro utilizzazione per organizzare una task force di strada che segnali in continuo, con strumenti wireless, danni e problemi alla rete stradale e alle infrastrutture di servizio"

“Prima la casa. Quello della casa sarà uno degli ambiti prioritari di intervento per la nostra amministrazione. Daremo corso alla approvazione e attuazione della delibera (già presentata alla città dal centrosinistra) per la costituzione di una “Agenzia dell’alloggio” che favorisca l’incontro di domanda e offerta di locazione, e per attuare il sistema dell’affitto a canone agevolato e del mutuo garantito dal Comune per le giovani famiglie che vogliono locare o acquistare il loro appartamento. Lavoreremo per sbloccare il contenzioso tra Comune e Regione in tema di edilizia residenziale pubblica, liberando le risorse attualmente bloccate per le ristrutturazioni e per i nuovi alloggi”

 "Riteniamo poi centrale il ruolo del trasporto pubblico nel sistema della mobilità cittadina. Per questo va definito un progetto di rilancio e di potenziamento, con una revisione delle attuali linee per migliorare e rendere più attrattiva l’offerta ai cittadini"

"A proposito di traffico e inquinamento, consideriamo l’aumento dell’uso della bicicletta come fattore strategico per la riduzione e il miglioramento delle condizioni della circolazione"

 Insomma, tante promesse e tanti bei sogni per trascinare i novaresi a votare, una sorta di pifferaio magico della fiaba dei Fratelli Grimm.

    Ed ecco qui di seguito infatti, in oltre due anni, cos’ha fatto riguardo le sue promesse...

-Abolizione della figura degli ausiliari: ovviamente non è stato fatto e chi a Novara si dimentica di rinnovare il tagliandino per il parcheggio blu o tarda solo un secondo si accorge in maniera salatissima che gli ausiliari ci sono eccome e non solo... ecco due articoli facilmente trovabili sul web:

-14 settembre 2012 “All'ennesima multa per il parcheggio, picchia l'ausiliario del traffico
-07 maggio 2013 “Novara, ausiliari dell’ambiente incaricati di multare chi sporca
Dunque niente abolizione degli ausiliari che, anzi, rischiano anche del loro e aggiunta di nuovi ausiliari dell’ambiente. Ovviamente fare cassa è molto più importante…

 -Prima casa: non solo non si vede un’azione concreta per garantire alle famiglie il diritto alla casa, anzi il diritto alla proprietà della casa ma si leggono quotidianamente di famiglie ITALIANE costrette a vivere per strada o in auto oppure, addirittura all’ospedale. Non servono dormitori ma ABITAZIONI per i NOSTRI poveri.
 

Il Sindaco e la sua amministrazione sembrano più concentrati nelle crociate ideologiche sullo “ius soli”, l’integrazione per forza e gli aiuti agli immigrati che a pensare agli Italiani, che italiani lo sono già, lo sono da sempre, lo sono per sangue e si trovano senza casa, vivono di espedienti e non trovano riscontro nelle istituzioni da cui si aspetterebbero un po’ di aiuto.

 Trasporto pubblico: altro tasto dolente, esempio cristallino di promessa disattesa. Zero investimenti, progetto di rilancio a parole e tagli nei fatti, offerta ai cittadini ridotta ai minimi termini…

 Insomma non c’è che dire, quando il Sindaco Andrea Ballarè diceva "A proposito di traffico e inquinamento, consideriamo l’aumento dell’uso della bicicletta come fattore strategico per la riduzione e il miglioramento delle condizioni della circolazione" non scherzava affatto!  “Decrescita Infelice” per i novaresi che, senza mezzi propri saranno costretti a rispolverare le biciclette per muoversi nel fine settimana.

 E così, dalle promesse da "pifferaio magico" prima delle elezioni siamo arrivati al "vampiro" odierno. Tasse, Tasse e ancora tasse. IMU al massino, tassa di soggiorno, aumento dell’addizionale elettrica e della tassa sui rifiuti, aumento delle tariffe di parcheggi e autobus… Insomma sempre tasse più elevate e tagli ai servizi (l’ultimo in ordine di tempo è il drastico taglio al trasporto pubblico) sembra essere la costante di questa amministrazione dedita al salasso dei propri concittadini…Da “pifferaio magico” a “vampiro”, il passo – purtroppo – è breve!
    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Grandis a Ballarè: "da Pifferaio Magico" a "Vampiro" il passo è breve

NovaraToday è in caricamento