rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Attualità

Maltempo, piove ancora su novarese e Vco: continua l'allerta meteo

Il bollettino di Arpa ha emesso un'allerta gialla per le piogge forti, e un'allerta arancione nelle zone di montagna per il rischio valanghe. Le previsioni

Prosegue l'ondata di maltempo che sta interessando il novarese e il Vco, dove anche per la giornata di oggi, lunedì 1° aprile, sono state emesse due allerte meteo: un livello giallo su entrambe le province a causa delle forti piogge per rischio idrologeologico e idraulico; un livello arancione per il solo Vco a causa del pericolo valanghe nelle zone di montagna.

Secondo l'ultimo bollettino meteo di Arpa Piemonte, infatti, "l'instabilità associata ad una debole infiltrazione fredda in quota, ha generato e genererà nuovamente temporali e rovesci insieme alla componente avvettiva delle precipitazioni. L'ultimo passaggio frontale si è registrato nel tardo pomeriggio-sera di ieri, e si protrarrà fino a oggi in mattinata. Ancora una residua instabilità post-frontale potrà interessare la parte settentrionale della regione nel pomeriggio di Pasquetta".

"Il rapido transito verso est della saccatura che sta attualmente interessando la nostra regione - precisano ancora da Arpa - porterà a un progressivo esaurimento delle precipitazioni ancora in corso a ridosso della fascia pedemontana alpina. Tuttavia, una residua condizione di instabilità atmosferica sui settori più orientali e settentrionali del Piemonte potrà ancora portare allo sviluppo di rovesci e temporali di intensità debole o moderata nel pomeriggio odierno su tali aree. Un completo esaurimento dei fenomeni è atteso dalla serata".

Per quanto riguarda la pioggia caduta, nelle ultime 24 ore la rete di monitoraggio di Arpa ha registrato importanti quantitativi. In montagna la neve è caduta oltre i 1500 metri: "sono state segnalate valanghe di dimensioni grandi o molto grandi localmente estreme - si legge nel bollettino di Arpa - che hanno raggiunto il fondovalle nei siti più interessati dalle nevicate. Ancora per le prossime ore sono attese valanghe anche dai siti già scaricatisi, di dimensioni grosse, molto grosse e localmente estreme soprattutto sui settori settentrionali dove il grado di pericolo ha raggiunto il 5-Molto Forte. Le valanghe possono altresì raggiungere quote inferiori alla quota delle nevicate grazie alla grande quantità di acqua liquida che, lubrificando la massa, favorisce lo scorrimento della neve per lunghi tratti e interessare infrastrutture antropizzate e isolare centri abitati interrompendo le principali vie di comunicazione".

Per quanto riguarda i livelli di fiumi e laghi, "dopo le precipitazioni intense avvenute nella serata e durante la notte si sono registrati incrementi di livello nel reticolo idrografico secondario. Il livello del Lago Maggiore ha raggiunto la soglia di guardia nella notte. Nel nord del Piemonte gli innalzamenti più significativi si sono verificati per l'Ovesca a Villadossola, il San Bernardino a Santino, e il Terdoppio a Caltignaga, che si sono tuttavia mantenuti al di sotto della soglia di guardia".

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, piove ancora su novarese e Vco: continua l'allerta meteo

NovaraToday è in caricamento