Novara, chiusura parziale degli ambulatori di ospedale e Asl: sospese le visite non urgenti

Obiettivo: ridurre il più possibile gli accessi all'interno delle strutture. Le nuove misure al via dal 6 marzo

L'ospedale di Novara - Foto di Andrea Marangon

Ambulatori parzialmente chiusi e visite non urgenti e differibili sospese all'ospedale Maggiore di Novara e all'Asl.

Niente visite non urgenti al Maggiore

Lo ha comunicato l'azienda ospedaliero-universitaria in una nota stampa. A seguito delle disposizioni regionali, infatti, da venerdì 6 marzo, l'attività degli ambulatori subirà importanti variazioni, con l'obiettivo di ridurre il più possibile gli accessi all'interno dell'ospedale in modo da limitare eventuali possibilità di contagio.

Coronavirus, sospesi gli interventi chirurgici ordinari negli ospedali piemontesi

Dal 6 marzo sono quindi sospese le prestazioni ambulatoriali programmate e differibili (classi D e P), mentre verranno rispettate le prenotazioni in classe U e B (urgenti e brevi). Sono sospese anche le prestazioni in libera professione.

Dal Maggiore fanno sapere che, i pazienti che all'atto della prenotazione avevano lasciato il loro recapito telefonico sono stati avvisati via sms; inoltre sono stati istituiti tre numeri telefonici (0321.3732561, 0321.3732562; 0321.3732563) ai quali i cittadini possono rivolgersi per ottenere informazioni. I numeri sono contattabili dalle 8 alle 15,30.

Tutte le prestazioni legate a processi già avviati e non rinviabili (ad esempio rimozione punti, rimozione gessi, controlli di studi clinici, follow-up) sono garantite. Allo stesso modo sono assicurate le prestazioni legate a patologie il cui trattamento non è differibile: ad esempio
malattie oncologiche, chemioterapie, radioterapie, dialisi.

Coronavirus, sospese le visite non urgenti anche negli ospedali e ambulatori del Vco

Esami e visite sospesi anche all'Asl

Da venerdì 6 marzo anche all'Asl sono sospese le prestazioni ambulatoriali programmate e differibili (classi D e P), mentre verranno effettuate le prestazioni urgenti e brevi (classi U e B) in regime di servizio sanitario nazionale. Sono sospese anche le prestazioni in libera professione erogate all’interno delle strutture aziendali (Ospedale di Borgomanero e Presidi Territoriali).

Saranno garantite tutte le prestazioni legate a percorsi di diagnosi e cura già avviati e non rinviabili (ad esempio prestazioni per malattie oncologiche, follow-up, rimozione gessi…). Allo stesso modo sono assicurate le prestazioni legate a patologie il cui trattamento non è differibile: ad esempio chemioterapie e dialisi.

L'Asl sta provvedendo a contattare telefonicamente i pazienti prenotati per informarli della sospensione degli appuntamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • "Fase" 2 | Sì a sport, passeggiate e montagna: tutte le regole in Piemonte

  • Coronavirus: in Piemonte mascherine obbligatorie anche all'aperto per il ponte del 2 giugno

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Cameri, tutti a guardare il cielo per l’atterraggio delle Frecce Tricolori

  • Cornavirus, primo sabato sera di apertura di bar e ristoranti a Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento