M5S Galliate: dimissioni del consigliere Marco Fortuna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Lunedì 22 giugno il consigliere comunale Marco Fortuna ha consegnato le dimissioni al presidente del Consiglio comunale di Galliate dal gruppo del Movimento Cinque Stelle, entrando quindi nel Gruppo Misto.

Fortuna, subentrato da pochi mesi nel Consiglio comunale di Galliate, non ha evidentemente colto l'umile e responsabile gesto del suo predecessore, Roberto "Bob" Caprai, che si è visto a sua volta obbligato a lasciare il proprio posto a causa di problemi personali e lavorativi.

Un gesto completamente offuscato dal bieco e insensato (almeno per il Movimento Cinque Stelle) opportunismo di Fortuna che, dopo sole poche settimane dal suo insediamento, decide di anteporre le proprie idee personali e il proprio ego al Progetto.

Leggiamo dichiarazioni e commenti di Fortuna sui social networks di come abbia a suo dire tentato di "[...] riorganizzare il Movimento a Galliate [...]" e che lo stesso gruppo locale sarebbe a suo dire responsabile della situazione in quanto avrebbe rifiutato "[...] le mie linee guida per l'espletamento del mio mandato [...]".

Con queste parole Fortuna dimostra una volta di più di non aver per nulla compreso il ruolo di portavoce del Movimento Cinque Stelle e la conseguente necessità di confronto quotidiano con i cittadini al fine di ricevere "dal basso" spunti e riflessioni.

Un rapporto "orizzontale" quindi, ben diverso da quello a cui partiti e politici locali e nazionali ci hanno abituato nella storia repubblicana e diverso evidentemente dal modello che Fortuna "immaginava" per il suo nuovo ruolo nelle istituzioni galliatesi.

Un atteggiamento egocentrico e irresponsabile che di fatto manda il fumo non solo l'ottimo lavoro svolto appena un anno fa dal gruppo M5S per le amministrative di Galliate, ma che vanifica anche i voti e la fiducia che i cittadini hanno posto sulle spalle dell'intera lista (ben più voti dei 33 di Fortuna).

Fuori dal Consiglio comunale rimane a Galliate un meetup fatto di persone desiderose di cambiamento, a livello locale come a livello nazionale, che possa pensare ad una società futura basata sulla sostenibilità, sull’onestà e sulla giustizia (intesa nel senso più ampio del temine).

Un cambiamento che deve maturare prima nel pensiero e poi negli atti pratici. Come in tutti i gruppi c’è chi va e chi viene, a torto o a ragione, ma non saranno le polemiche da bar a determinare il futuro.

In qualche caso sarà il tempo, in qualche caso la propria coscienza o - quello che ci auguriamo maggiormente - l’evoluzione del pensiero.

Della scomoda poltrona di Consigliere comunale, dove qualunque proposta può essere facilmente bocciata dalla maggioranza di turno, possiamo fare tranquillamente a meno e restare dove siamo sempre stati: in mezzo ai cittadini di Galliate.

Gruppo Cinque Stelle Galliate
Davide Crippa
Carlo Martelli
Gianpaolo Andrissi

I più letti
Torna su
NovaraToday è in caricamento